Poste Italiane, utile netto primo semestre 546 milioni «nonostante la crisi Covid-19»

Venerdì 31 Luglio 2020
Poste Italiane, utile netto primo semestre € 546 milioni nonostante la crisi Covid-19, strategia dividendo confermata

Rafforzato il ruolo di Poste Italiane come operatore di sistema utile netto del secondo trimestre 2020 pari a € 239 milioni performance di gruppo in recupero da giugno concrete iniziative di riduzione dei costi nel secondo trimestre al fine di preservare la redditività di lungo termine forte calo della corrispondenza mitigato da solidi ricavi da pacchi nel comparto b2c strategia di dividendo confermata, in vista dell’aggiornamento del piano deliver 2022 previsto nel quarto trimestre.

LEGGI ANCHE Poste Italiane, prima nella classifica Integrated Governance Index 2020

Ricavi del secondo trimestre 2020 pari a € 2,3 miliardi, -13,1% a/a (-7,9% rispetto al primo semestre 2019, € 5,1 miliardi nel primo semestre 2020), impattati dal lockdown con le attività commerciali che acquistano slancio a giugno: o ricavi da corrispondenza, pacchi e distribuzione pari a € 701 milioni nel secondo trimestre 2020, -19,9% a/a (-16,1% rispetto al primo semestre 2019, pari a € 1,5 miliardi nel primo semestre 2020), con un forte calo della corrispondenza mitigato dall’aumento dei volumi dei pacchi b2c o ricavi da pagamenti e mobile pari a € 172 milioni nel secondo trimestre 2020, +3,5% a/a (+10,3% rispetto al primo semestre 2019, pari a € 338 milioni nel primo semestre 2020), evidenziano l'importanza acquisita dal canale digitale e la fedeltà della base clienti ai servizi telco o ricavi dei servizi finanziari pari a € 1,1 miliardi nel secondo trimestre 2020, -9,2% a/a (-4,9% rispetto al primo semestre 2019, pari a € 2,5 miliardi nel primo semestre 2020), con la distribuzione del risparmio postale centrale per il recupero a partire da giugno 2 o ricavi dei servizi assicurativi pari a € 384 milioni, -16,2% a/a (-7,2% rispetto al primo semestre 2019, pari a € 739 milioni nel primo semestre 2020), con un’efficace riduzione dell'esposizione alla volatilità di mercato grazie a prodotti multiclass

LEGGI ANCHE Poste Italiane, accordo con Sennder per migliorare il trasporto merci su strada

Costi in calo a € 2,0 miliardi nel secondo trimestre 2020, -9,6% a/a (-2,8% rispetto al primo semestre 2019, pari a € 4,3 miliardi nel primo semestre 2020), grazie alle efficienze strutturali già visibili nel secondo trimestre

Risultato operativo (ebit) del secondo trimestre 2020 pari a € 325 milioni, -29,9% a/a (-29,2% rispetto al primo semestre 2019, pari a € 766 milioni nel primo semestre 2020), con il 60% dei minori ricavi assorbito dalla riduzione dei costi

Utile netto del secondo trimestre 2020 pari a € 239 milioni, -26,2% a/a (-28,5% rispetto al primo semestre 2019, pari a € 546 milioni nel primo semestre 2020) 

Confermata la fiducia dei clienti e la preferenza per prodotti liquidi, con una solida raccolta netta retail di € 8,9 miliardi nel primo semestre 2020. Le attività finanziarie totali (tfa) in crescita a € 548 miliardi a giugno.
 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA