Poste italiane è Top Employer per il secondo anno di fila.

Poste italiane è Top Employer per il secondo anno di fila. È tra le realtà più performanti
3 Minuti di Lettura
Lunedì 25 Gennaio 2021, 18:29

Poste italiane ha ottenuto per il secondo anno di fila la certificazione ufficiale dal Top Employers Institute di Roma. Il riconoscimento viene assegnato ogni anno ai gruppi aziendali che si distinguono per le migliore gestione delle risorse umane. Fondato nel 1991 e presente in Italia dal 2008, il Top Employers Institute quest'anno ha già certificato oltre 1.600 aziende sparse in 120 Paesi del mondo. Si tratta di aziende che con le loro «best practice» hanno determinato un impatto positivo su circa 7 milioni di persone.

Poste Italiane: a Natale acquisti digitali + 40% nonostante il Covid. Picco e-Commerce: +70%

I requisiti

Prima di assegnare la certificazione, l’Istituto svolge un’indagine approfondita su 20 diversi temi: dalla diversità e inclusione all’ambiente di lavoro, dalla formazione allo sviluppo dei talenti e delle professionalità. Anche nella fase più acuta dall’emergenza Covid-19 Poste ha continuato ad assumere e a fare formazione per la crescita professionale delle proprie persone, e ha rafforzato i programmi di welfare, garantendo i servizi essenziali in piena sicurezza e salvaguardia della salute sia dei propri dipendenti sia dei cittadini, con uno sguardo attento alle esigenze e alla tutela delle fasce più fragili.

Poste italiane

La certificazione del Top Employers Institute ha riconosciuto l’impegno di Poste italiane, che ha fatto ormai proprie le tematiche Esg (environmental, social and governance) all’interno dei suoi piani e delle sue strategie aziendali. Strategie che promuovono una cultura di impresa inclusiva e di impegno nella tutela della salute e della sicurezza dei dipendenti. Oltre all'investimento svolto nel campo della formazione, l'azienda si è distinta per l'aiuto e a conciliare il lavoro con la vita familiare: un modo per investire nel capitale umano e nel futuro dell’azienda, oltre a rappresentare una condizione necessaria per affrontare con successo le sfide del mercato e e continuare a creare valore nel tempo.

Poste italiane, bilancio 2019 approvato dalla Corte dei conti

© RIPRODUZIONE RISERVATA