Porti italiani chiusi fino a termine emergenza Coronavirus

Giovedì 9 Aprile 2020
(Teleborsa) - Per l'intera durata dell'emergenza sanitaria nazionale da Covid-19 i porti italiani non saranno più "place of safety" – il cosiddetto "porto sicuro" – requisito necessario per lo sbarco dei migranti soccorsi in mare. A stabilirlo un Decreto firmato dai Ministri Infrastrutture-Trasporti e Affari Esteri, di concerto con quelli di Sanità e Interno.

La norma riguarda "i casi di soccorso effettuati da parte di unità navali battenti bandiera straniera al di fuori dell'area SAR italiana". La decisione è arrivata dopo il monitoraggio nei giorni scorsi da parte del ministero dell'Interno e della Guardia Costiera del soccorso svolto dalla nave della Ong tedesca Alan Kurdi di fronte alle coste libiche: la vicenda è arrivata al Ministero degli Esteri che ha notificato la posizione italiana a Berlino (la nave batte bandiera tedesca). I 150 migranti salvati potrebbero ora essere trasferiti su una nave della Croce Rossa ed essere messi in quarantena.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani