Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Innovazione, al via la partnership tra Margalit Startup City Jerusalem e Ceipiemonte

La partnership tra Margalit Startup City Jerusalem e Ceipiemonte accelererà il business tra il Piemonte e la città di Gerusalemme, favorendo la collaborazione tra imprese e le soluzioni innovative

Innovazione, al via la partnership tra Margalit Startup City Jerusalem e Ceipiemonte
6 Minuti di Lettura
Lunedì 11 Luglio 2022, 16:00

Ceipiemonte e Margalit Startup City hanno annunciato oggi una nuova collaborazione tra la regione Piemonte e Gerusalemme. La nuova partnership mirerà a costruire nuovi ponti tra le organizzazioni tecnologiche, commerciali ed economiche in Piemonte e nella città di Gerusalemme.

Il Piemonte, situato nell’Italia nordoccidentale, negli ultimi decenni ha diversificato la propria struttura economica, orientandosi sempre più verso settori legati all'economia della conoscenza e dell'innovazione. Alcune delle più importanti aziende italiane e multinazionali hanno sede in Piemonte, tra cui l’ex Fiat ora Stellantis, Ferrero, Olivetti, Huawei, Vishay, Collins Aerospace, L'Oreal, Microsoft, Oracle e altre ancora. Situato strategicamente nel cuore dell'Europa e dell'area mediterranea, il Piemonte è una regione dinamica nei servizi, con una forza lavoro qualificata, flessibile e versatile.

Obiettivo: costruire ponti tra città e regioni

Margalit Startup City è promotore e ideatore di una rete di centri di eccellenza per l'innovazione in Israele, con un centro dedicato alla tecnologia informatica e climatica a New York. I centri integrano i migliori partner strategici locali e internazionali sia nel settore pubblico che privato, collegando città, persone e idee. Questi centri di innovazione stanno rafforzando i motori socioeconomici della crescita, creando posti di lavoro di alta qualità e comunità completamente nuove.

"La nostra missione è sempre stata quella di costruire ponti, tra comunità, tra città, tra regioni - e oggi è una pietra miliare in questo viaggio", ha affermato Erel Margalit, fondatore e presidente esecutivo di JVP e Margalit Startup City, "Il Piemonte, regione dell’Italia nordoccidentale, è una regione ricca di tradizione e agricoltura, oltre che di tecnologie, un'industria automobilistica leader, con robotica, aerospazio e tecnologie pulite. Questa è una regione che è un partner naturale per noi in Israele, dove portiamo le tecnologie al servizio dell'umanità e del pianeta nella prossima era. Questa è una grande pietra miliare per la cooperazione tra Israele e l'Italia. Attraverso le nostre Margalit Startup Cities, con la tecnologia alimentare in Galilea, con la tecnologia informatica a Beer Sheva e anche con la tecnologia informatica e climatica a New York. Oggi non apriamo una sola partnership, ci stiamo espandendo attraverso un'intera rete di innovazione".

Ceipiemonte è la società in house della Regione Piemonte partecipata da tutto il sistema camerale e dalle università che si occupa di supportare il processo di internazionalizzazione delle imprese locali e di attrarre investimenti esteri sul territorio.

“Il percorso di collaborazione che la nostra Regione ha iniziato tempo fa con lo Stato di Israele arriva a una svolta decisiva. Con l’apertura di un ufficio strategico a Gerusalemme, che sarà gestito da Ceipiemonte, le aziende del nostro territorio avranno un presidio stabile che potrà appoggiarle e aiutarle, favorendo la nascita di accordi commerciali con le realtà imprenditoriali di un Paese all’avanguardia in numerosi settori produttivi – ha affermato Fabrizio Ricca, assessore all’Internazionalizzazione della Regione Piemonte -. Come assessorato crediamo che i nostri Paesi, amici da sempre, debbano intensificare le loro collaborazioni in fatto di ricerca, formazione e commercio. Sono tanti i comparti di eccellenza che si avvantaggeranno da un infittirsi delle relazioni tra le aziende che costituiscono i nostri rispettivi tessuti produttivi: penso a quelle dell’aerospazio, dell’automotive e della sicurezza digitale, per citarne alcune. Mai, come oggi, il compito di un’istituzione come la nostra deve essere quello di aiutare le imprese che vogliono crescere pensando anche all’estero come un’opportunità.

Il Sindaco di Gerusalemme: « Israele è un partner strategico »

Il sindaco di Gerusalemme, Moshe Lion, ha parlato della forte crescita economica della città e ha affermato: "Il primo posto della mia agenda come sindaco è la necessità di essere sicuro che tutte le comunità di Gerusalemme traggano vantaggio da questa crescita, e lavorino e vivano insieme nella prosperità della città. Stiamo investendo in tutte le parti della città. Stiamo costruendo un milione e seicento metri quadrati di nuove opere high-tech e spazi per uffici in tutta la città. Stiamo costruendo un nuovo spazio di innovazione nella parte orientale della città a Silicone Wadi, e proprio qui a Margalit Startup City giovani imprenditori ebrei e arabi si riuniscono per discutere del futuro".

L'accordo tra Ceipiemonte e Margalit Startup City Jerusalem incoraggerà la cooperazione business-to-business tra le aziende piemontesi e le loro controparti israeliane attraverso Margalit Startup City e Jerusalem Venture Partners, poiché Israele è considerato un partner strategico e il Piemonte può diventare un importante hub per l’espansione delle aziende israeliane in Europa.

“Questo accordo è un tassello importante per il nostro territorio e le nostre imprese: Israele è un Paese prioritario e strategico con cui dal 2018 abbiamo iniziato un percorso di scambio e confronto che ci ha condotti fino alla firma di questo accordo che garantisce un’importante cooperazione economica in Israele - ha affermato Dario Peirone, Presidente di Ceipiemonte -.

Il nostro obiettivo è di costituire una presenza costante in Israele per promuovere e far scoprire un territorio accogliente anche in termini di investimenti e che offre un’alta qualità della vita grazie a un fervido tessuto sociale e culturale. Inoltre, grazie all’accordo con MSC si avvierà una collaborazione con un venture capital di caratura mondiale come JVP che permetterà anche di favorire investimenti in Piemonte da parte di aziende ad alta tecnologia, come quelle israeliane. Il prossimo passo è una missione imprenditoriale già a metà settembre per il settore aerospazio organizzata nell’ambito del Progetto Integrato di Filiera che gestiamo su incarico di Regione Piemonte in occasione della partecipazione ad Aerospace & Defense Meetings Tel Aviv che vedrà anche visite e incontri dedicati con key player israeliani come IAI, Rafael, Elbit e IMI. 

Regione Piemonte: «una grande opportunità »

“Questa è una grande opportunità. Questo accordo cambia l’atmosfera e il numero di collaborazioni possibili", ha affermato Nili Shalev, CEO di Israel Export Institute, "L'Israeli Export Institute è qui per aiutare tutti a creare contatti e maggiori opportunità di business tra Israele e l'Italia”. Nell'ambito della collaborazione, Erel Margalit e Dario Peirone hanno firmato un MOU ufficiale come accordo tra le due parti.

Il Piemonte sta vivendo importanti cambiamenti e sta investendo in trasformazioni urbane e grandi progetti. Con una visione strategica, mira ad attrarre investimenti e a rappresentare una regione orientata al business, rendendo immediatamente chiaro agli investitori ciò che il Piemonte vuole e ha da offrire. Grazie a JVP, il Piemonte avrà accesso all'ecosistema tematico Margalit Startup City che riunisce le parti interessate pubbliche, private e di impatto sociale.

“Oggi è una giornata storica. La Regione Piemonte apre un ufficio per la promozione del commercio estero e degli investimenti in Israele, e sceglie di farlo a Gerusalemme. Possa il Piemonte, dove è iniziata l'unificazione dello Stato italiano, diventare il messaggero del riconoscimento ufficiale da parte dell'Italia di Gerusalemme, capitale eterna del popolo ebraico e dello Stato di Israele”, ha affermato l'Ambasciatore Dror Eydar. "Sono fiducioso che l'ufficio commerciale del Piemonte rafforzerà ulteriormente l'amicizia tra Israele e Piemonte, consolidata da continue e proficue collaborazioni in campo politico, economico, scientifico e culturale"

© RIPRODUZIONE RISERVATA