Piazza Affari in rally segue le orme dell'Europa

Mercoledì 3 Giugno 2020
(Teleborsa) - Finale al rialzo per le principali borse europee in un clima di generale ottimismo per la ripresa economica mentre gli investitori guardano alla riunione della Banca centrale europea, in agenda domani, che dovrebbe comunicare altre misure di sostegno all'economia.

Sul mercato valutario, lieve aumento per l'Euro / Dollaro USA, che mostra un rialzo dello 0,72%. Crollo dell'oro (-1,57%), che ha toccato 1.698,7 dollari l'oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) mostra un guadagno frazionale dello 0,27%.

Si riduce di poco lo spread, che si porta a +190 punti base, con un lieve calo di 2 punti base, mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta all'1,55%.

Tra gli indici di Eurolandia acquisti a piene mani su Francoforte, che vanta un incremento del 3,88%. Effervescente Londra, con un progresso del 2,61%. Incandescente Parigi, che vanta un incisivo incremento del 3,36%. Pioggia di acquisti sul listino milanese, che mostra un guadagno del 3,54% sul FTSE MIB.

Buona la performance a Milano dei comparti tecnologia (+6,99%), materie prime (+4,94%) e viaggi e intrattenimento (+4,44%).

Tra i più negativi della lista di Milano, troviamo i comparti sanitario (-1,19%) e telecomunicazioni (-0,99%).

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, in primo piano Leonardo, che mostra un forte aumento dell'8,49%.

Decolla STMicroelectronics, con un importante progresso dell'8,31%.

In evidenza CNH Industrial, che mostra un forte incremento del 5,71%.

Svetta Ferragamo che segna un importante progresso del 5,65%.

I più forti ribassi, invece, si verificano su Diasorin, che continua la seduta con -3,02%.

Contrazione moderata per Telecom Italia, che soffre un calo dello 0,99%.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, Fincantieri (+8,87%), Aeroporto di Bologna (+7,23%), Autogrill (+6,98%) e Mediaset (+6,92%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Saras, che prosegue le contrattazioni a -3,66%.

Pesante Ivs Group, che segna una discesa di ben -3,33 punti percentuali.

Seduta drammatica per Carel Industries, che crolla del 2,89%.

Sotto pressione Piaggio, che accusa un calo dell'1,57%. © RIPRODUZIONE RISERVATA