Petrolio, all'Opec discussioni preliminari su extra tagli offerta

Lunedì 27 Gennaio 2020
(Teleborsa) - Un'ulteriore stretta in vista del probabile calo dei consumi derivante dall'emergenza Coronavirus. Sarebbe questa, secondo quanto riferisce il Financial Times, l'ipotesi allo studio dell'Opec. Nel dettaglio, incontrando alcuni giornalisti, un esponente del cartello dei produttori di petrolio ha riferito di "discussioni preliminari su possibili rafforzamenti delle misure di contenimento dell'offerta".

La prossima riunione calendarizzata dei Paesi aderenti – che da molti mesi operano i coordinamento con altri grandi produttori non allineati come la Russia – è prevista a inizio marzo. Nel frattempo si accentuano i cali dell'oro nero. Dopo esser sceso sotto la soglia psicologica dei 60 dollari il barile di Brent, il greggio di riferimento del mare del Nord cede ulteriormente a quota 59,09 dollari, 1,60 dollari in meno dalla chiusura di venerdì. Il West Texas Intermediate cala di 1,38 dollari a 52,81 dollari. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Con la febbre in aeroporto non si finisce in quarantena

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma