Pensioni di reversibilità, la domanda diventa precompilata: basterà un sms

Svolta digitale dell'Inps, nasce il consulente online per i pensionati. Tridico: «In arrivo 6mila assunzioni»

Pensione di reversibilità, la domanda diventa precompilata: basterà un semplice sms
di Andrea Bassi
4 Minuti di Lettura
Giovedì 21 Aprile 2022, 22:13 - Ultimo aggiornamento: 23:37

La domanda di pensione di reversibilità che diventa precompilata. Una “disability card” per dare servizi più rapidi ai portatori di handicap. Un consulente digitale per i pensionati e per aiutare i cittadini a godere di diritti inespressi. Ma anche una consulenza sulla pensione futura. E poi un portale per le famiglie e un “hub occupabilità” oltre a servizi per le imprese come la piattaforma unica per la cassa integrazione.

Pensioni di maggio, ecco quando è possibile ritirarle: le date e l'ordine alfabetico

Pensioni, i servizi Inps

Sono alcuni dei servizi che l’Inps ha messo a punto nell’ambito di un percorso di trasformazione culturale, tecnologica e organizzativa fondato sulla sinergia tra l’Istituto e i suoi stakeholder, «con lo scopo di rimuovere tutti gli ostacoli geografici, sociali e linguistici alla fruizione dei servizi offerti, così da garantire maggiore soddisfazione agli utenti». 

LE INNOVAZIONI


Le innovazioni che hanno l’obiettivo di semplificare il rapporto tra gli utenti e l’Istituto sono state presentate ieri dal presidente dell’Inps Pasquale Tridico. Nell’ambito del Pnrr, spiega l’Inps, «l’Istituto ha finora individuato 110 progettualità operative che renderanno i servizi più inclusivi, personalizzati, semplici, accessibili, efficienti, immediati, proattivi, omnicanale e prossimi ad ogni tipologia di destinatario: persone con disabilità, pensionati, famiglie, stakeholder e intermediari, lavoratori, cittadini digitali». L’intenzione dell’Inps è di offrire «più servizi, sempre più semplici nelle modalità di erogazione, nei processi di lavoro, nella comunicazione e per rispondere a 360 gradi alle esigenze e delle aspettative delle persone». Insomma, l’Istituto punta a raggiungere il cittadino aiutandolo a chiedere le prestazioni di cui ha diritto. Ne è un esempio la domanda di reversibilità precompilata con l’Istituto che invia un sms al coniuge superstite per accedere alla propria area MyInps per presentare la domanda di reversibilità già precompilata. O la disability card, un documento che permette alle persone con disabilità di accedere alle agevolazioni loro riservate non solo nel nostro paese ma nei paesi europei che aderiscono al progetto. Si semplifica inoltre l’accesso alla pensione di invalidità con la possibilità di presentare online la documentazione sanitaria e arriva il consulente digitale che spiega ai pensionati a quali benefici hanno diritto. L’ Inps ha avvito inoltre una consulenza virtuale per scenari pensionistici futuri, il servizio «PensAMi» che accompagna l’utente nel percorso di approfondimento della propria situazione previdenziale aiutando a capire benefici e svantaggi delle proprie scelte. 


IL PROGRAMMA

Il presidente dell’Inps, Pasquale Tridico, ha sottolineato come il fabbisogno di personale dell’Inps sia di 30 mila dipendenti. Attualmente, a causa del grande numero di pensionamenti, è sceso a 24 mila persone. Ma, ha sottolineato Tridico, «entro due anni tornerà a quel livello assumendo circa 6mila persone». Il presidente dell’Inps ha anche sottolineato come «in questa fase di incertezza e di inflazione da costi ci vorrebbe «un grande patto tra Stato, imprese e rappresentanti dei lavoratori sulla politica dei redditi». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA