Pattern acquisisce Zanni per crescere nella maglieria di lusso

Pattern acquisisce Zanni per crescere nella maglieria di lusso
2 Minuti di Lettura
Giovedì 20 Gennaio 2022, 18:00

(Teleborsa) - Pattern ha sottoscritto un accordo d'investimento vincolante per l'acquisto, attraverso la sua controllata (80%) S.M.T. S.r.l, del 100% di Zanni S.r.l., società emiliana specializzata in prototipazione e produzione di maglieria di lusso. Il prezzo concordato è di 4,3 milioni di euro e sarà corrisposto ai venditori per il 70% alla data di esecuzione dell'acquisto e per il restante 30% in tre rate annuali a partire dal 31 gennaio 2023, spiega una nota del gruppo quotato su Euronext Growth Milan e attivo nella progettazione, ingegneria e produzione di capi sfilata per importanti brand del fashion luxury internazionale. Zanni dovrebbe chiudere l'esercizio 2021 con un valore della produzione di 2,4 milioni di euro, un EBITDA di 0,5 milioni di euro e una PFN positiva per circa 1,3 milioni di euro.

"L'ingresso del maglificio Zanni all'interno di Pattern è una conferma del percorso di crescita intrapreso: il Polo Italiano della Progettazione del Lusso mira ad aggregare le migliori competenze italiane in un percorso di lungo periodo di tipo assolutamente industriale", ha commentato Luca Sburlati, CEO del gruppo Pattern. "Abbiamo quindi scelto di investire ulteriormente in un segmento, quello della maglieria, che per caratteristiche di prodotto ha performato e continua a farlo nonostante il periodo complesso che il settore sta vivendo", ha aggiunto.

L'accordo di investimento prevede che al closing sia sottoscritto un Directorship Agreement tra Zanni S.r.l. e Mauro Zanni che prevede, tra l'altro, la nomina di Mauro Zanni quale AD della società fino alla data dell'assemblea dei soci per l'approvazione del bilancio di esercizio al 31 dicembre 2024. Il closing è previsto entro e non oltre il 28 febbraio 2022. Pattern è stata assistita dallo Studio Legale Gianni & Origoni sugli aspetti societari e dallo Studio Baldi & Partners di Reggio Emilia per la due diligence legale, contabile e fiscale.

(Foto: © Veerasak Piyawatanakul)

© RIPRODUZIONE RISERVATA