Parità di Genere, Poste Italiane è nel Gender Equality Index di Bloomberg (per il terzo anno consecutivo)

Parità di Genere, Poste Italiane è nel Gender Equality Index di Bloomberg
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 26 Gennaio 2022, 17:42

Parità e uguaglianza di genere sono ormai parole chiave nel mondo del business. Lo sanno bene i manager di Poste Italiane, che è stata inclusa per il terzo anno consecutivo nel Gender Equality Index (GEI) di Bloomberg ottenendo un punteggio sopra la media. «L’inclusione nell'indice» ha commentato l’Amministratore Delegato Matteo Del Fante «è una soddisfazione ancora più grande perché dimostra il radicamento di questi valori nella nostra cultura aziendale e la condivisione del percorso ad ogni livello di responsabilità, elevando ulteriormente la nostra reputazione sui mercati e tra la comunità finanziaria». 

Fabilia Group, Franco Buganè entra in CdA

Gender Equality Index: leadership femminile e valorizzazione dei talenti

Il GEI è il principale indice internazionale che misura le performance aziendali sulle politiche di parità di genere e rappresenta un punto di riferimento per gli investitori per valutare l’impegno delle società in ambito di gender equality.  Sono state esaminate 418 aziende in 45 paesi, ripartite in 11 settori produttivi e con una capitalizzazione di mercato combinata di 16 trilioni USD. La valutazione ottenuta da Poste Italiane è il risultato dell’esame di cinque parametri: la leadership femminile e la valorizzazione dei talenti, la parità salariale, la cultura inclusiva, le politiche per la prevenzione e il contrasto di molestie sessuali e la riconoscibilità come brand che promuove la parità di genere.

MoSE, Mims: confermati i 18 mesi per il completamento dell'opera

Attenzione anche alla sostenibilità 

Oltre alla parità, la leadership di Poste Italiane è anche molto sensibile al tema della sostenibilità ambientale, come dimostra la presenza del gruppo nei segmenti “World” e “Europe” del Dow Jones Sustainability Index. Poste Italiane ha inoltre ha conquistato il primato nella graduatoria MIB® ESG e nell’indice di Euronext Vigeo-Eiris World 120. In ambito ESG, il gruppo è entrato per il terzo anno consecutivo nell’indice FTSE4GOOD e secondo l’agenzia di rating internazionale FTSE Russel l'azienda ottiene punteggi medi superiori al proprio settore di riferimento a quelli del paese. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA