Open Fiber approda nel Gargano, investimento da 5,5 milioni

Martedì 21 Gennaio 2020
Open Fiber approda nel Gargano, investimento da 5,5 milioni

Open Fiber sbarca nel Gargano. Internet ultra veloce arriva a Manfredonia con un investimento da parte dell'azienda di 5,5 milioni di euro. Nel comune pugliese è già stato attivato l'avvio dei servizi di connettività e nei prossimi mesi saranno coperte fino a 15mila unità immobiliari. 

Open Fiber sta quindi cablando Manfredonia in modalità Ftth (Fiber To The Home) portando quindi fin dentro casa degli utenti una infrastruttura che supporta velocità di connessione di 1 Gbps (fino a 1 Gigabit al secondo) e latenza inferiore ai 5 millisecondi, consentendo così il massimo delle performance. L’obiettivo dell'azienda guidata da Elisabetta Ripa è realizzare una rete a banda ultra-larga quanto più pervasiva ed efficiente possibile, che favorisca il recupero di competitività del «sistema Paese» e, in particolare, l'evoluzione verso «Industria 4.0». L’azienda vuole accelerare il processo di digitalizzazione del Paese, semplificando e migliorando le relazioni tra cittadini e Pubblica Amministrazione, tra studenti, scuole e università aumentando la produttività e la competitività delle imprese.

I lavori di realizzazione della rete Ftth sono partiti nello scorso mese di settembre e si concluderanno entro 18 mesi dall’avvio dei cantieri. Open Fiber utilizza, dove è possibile, cavidotti e reti sotterranee o aeree già esistenti per limitare gli eventuali disagi per la comunità. Gli scavi vengono comunque effettuati privilegiando modalità innovative e a basso impatto ambientale: a una prima fase di ripristino provvisorio (taglio su strada, posa dei cavi e contestuale riempimento dello scavo con malta cementizia di colore rosa) segue dopo almeno 30 giorni la seconda e ultima fase di ripristino definitivo, con la scarifica e la stesa del tappetino d’asfalto a caldo. Tutti gli interventi di scavo, ripristino e predisposizione degli spazi comuni condominiali all’arrivo della banda ultralarga sono a carico di Open Fiber, senza alcun esborso per l’amministrazione municipale e la cittadinanza.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA