Micron e UMC pongono fine a disputa legale sulla proprietà intellettuale

Micron e UMC pongono fine a disputa legale sulla proprietà intellettuale
2 Minuti di Lettura
Venerdì 26 Novembre 2021, 09:15

(Teleborsa) - United Microelectronics Corporation, società taiwanese di semiconduttori, e Micron Technology, multinazionale americana operante nello stesso settore, hanno annunciato un accordo transattivo che pone fine a una controversia legale sulla proprietà intellettuale (iniziata nel 2017). Le società ritireranno globalmente i loro reclami contro l'altra parte e UMC effettuerà un pagamento una tantum di un importo non divulgato a Micron.

Le due società non hanno diffuso dettagli sull'accordo. Micron aveva accusato UMC di appropriazione indebita di segreti commerciali e di averli passati a una società sostenuta dallo stato cinese. A sua volta, UMC aveva denunciato la violazione di brevetto da parte di due delle sussidiarie cinesi di Micron.

L'anno scorso, gli Stati Uniti hanno multato UMC per 60 milioni di dollari dopo che l'azienda taiwanese si è dichiarata colpevole di aver condiviso progetti di Micron e con la società cinese Fujian Jinhua. UMC ha affermato che non era a conoscenza di azioni non autorizzate di alcuni suoi dipendenti, che avevano precedentemente lavorato per Micron.

© RIPRODUZIONE RISERVATA