Fallimento Mercatone Uno, Di Maio: «L'obbiettivo minimo è la Cigs per i 1.800 dipendenti»

Lunedì 27 Maggio 2019

Crisi Mercatone Uno: si terrà un prossimo tavolo al Mise il 30 maggio «con creditori e fornitori» e «l'obiettivo minimo da attuare subito è la Cigs per i lavoratori». Lo ha detto il vicepremier e ministro Luigi Di Maio, al termine del tavolo che si è tenuto oggi al ministero dello Sviluppo che ha assicurato «ce la metteremo tutta». In attesa i 1.800 dipendenti che hanno saputo di essere senza lavoro attravero i social.

LEGGI ANCHE: Mercatone Uno, sit in davanti al Mise. I lavoratori: «Riaprire i negozi»
LEGGI ANCHE: Fallimento Mercatone Uno, buco di 90 milioni in nove mesi: tavolo al MISE
 

«Il tribunale di Bologna - ha aggiunto il ministro - deve autorizzare la procedura di amministrazione straordinaria e riprendere l'esercizio provvisorio il prima possibile. Così da consentire il ricorso agli ammortizzatori sociali».

Poi partirà «la fase di reindustrializzazione per dare un futuro certo ai lavoratori - ha concluso il ministro - Ce la metteremo tutta lavorando collegialmente con le parti sociali e le Regioni?. La fine del tavolo è stata seguita da un applauso dei partecipanti.

Ultimo aggiornamento: 28 Maggio, 00:13 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

L’asse Ficcardi–Cacciatore, la coppia che punta l’indice

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma