Mercati europei riflessivi nella seduta odierna

Mercoledì 20 Febbraio 2019
(Teleborsa) - Si muove con cautela la seduta finanziaria delle borse europee, dopo il finale quasi invariato di Wall Street e Tokyo.

Sostanzialmente stabile l'Euro / Dollaro USA, che continua la sessione sui livelli della vigilia a 1,136. L'Oro mostra un timido guadagno, con un progresso dello 0,25%. Lieve aumento per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che mostra un rialzo dello 0,41%.

Piccolo passo verso l'alto dello spread, che raggiunge quota +273 punti base, mostrando un aumento di 5 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari al 2,83%.

Tra i mercati del Vecchio Continente giornata moderatamente positiva per Francoforte, che sale di un frazionale +0,54%, seduta senza slancio per Londra, che riflette un moderato aumento dello 0,21%, Parigi è stabile, riportando un misero +0,15%.

A Milano, il FTSE MIB è sostanzialmente stabile e si posiziona su 20.201 punti; sulla stessa linea, rimane ai nastri di partenza il FTSE Italia All-Share, che si posiziona a 22.190 punti, in prossimità dei livelli precedenti. In frazionale progresso il FTSE Italia Mid Cap (+0,2%), come il FTSE Italia Star (0,3%).

Buona la performance a Milano dei comparti media (+1,25%), automotive (+0,70%) e chimico (+0,59%). Nel listino, i settori bancario (-1,09%), telecomunicazioni (-1,02%) e materie prime (-0,47%) sono tra i più venduti.

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, bilancio decisamente positivo per Brembo, che vanta un progresso dell'1,88%.

Buona performance per Pirelli, che cresce dell'1,39%.

Sostenuta Amplifon, con un discreto guadagno dell'1,22%.

Buoni spunti su Leonardo, che mostra un ampio vantaggio dell'1,11% dopo aver rafforzato la partnership con Abu Dhabi Ship Building.

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Banco BPM, che prosegue le contrattazioni a -3,19%.

Vendite su BPER, che registra un ribasso dell'1,62%.

Seduta negativa per Telecom Italia, che mostra una perdita dell'1,31%.

Sotto pressione Unicredit, che accusa un calo dell'1,30%.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, Mondadori (+1,83%), Aquafil (+1,74%), RCS (+1,70%) e Falck Renewables (+1,27%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Banca MPS, che prosegue le contrattazioni a -1,69%.

Scivola Credem, con un netto svantaggio dell'1,35%.

In rosso Danieli, che evidenzia un deciso ribasso dell'1,14%.

Spicca la prestazione negativa di FILA, che scende dell'1,14%. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Under 15, l’approccio in disco benedetto dal like dell’amica

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma