Mediobanca, Nagel: "Con Del Vecchio rapporto professionale e stima da vent'anni"

Lunedì 26 Ottobre 2020

(Teleborsa) - L'Ad di Mediobanca Alberto Nagel allenta le tensioni in vista dell'assemblea "a porte chiuse" di Piazzetta Cuccia, che si terrà mercoledì 28 ottobre, dove entrerà per la prima volta il patron di Luxottica, Leonardo Del Vecchio, oggi primo azionista dell'Istituto con la partecipazione rafforzata di Delfin.

Ad una domanda rivolta da un piccolo azionista, Nagel ha risposto che, con Del Vecchio, "esiste un proficuo rapporto professionale e di stima personale da oltre vent'anni, che ha riguardato anche alcune tra le più importanti operazioni di successo del gruppo Delfin".

Nagel ha quindi auspicato una "positiva interazione" con il nuovo azionista di maggioranza relativa del gruppo, che ha oltrepassato la soglia del 10%, in vista del rinnovo dei vertici della banca.

Il numero uno di Mediobanca non ha aggiunto altro sui rapporti di Del Vecchio con Mediobanca o Generali, mentre è intervenuto sul tema delle strategie, ricordando che il piano industriale presentato a novembre 2019 ed i relativi target finanziari al 2023 "sono confermati".

Nagel ha poi affermato che non c'è alcuna novità in tema di acquisizioni o cessioni, rispetto alle quali afferma "non commentiamo", ed ha smentito l'ipotesi si trasferimento di sede in Olanda, l'eventuale introduzione del voto maggiorato ed eventuali ristrutturazioni o riduzioni di personale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA