Mediaset, vinta la causa contro la piattaforma online Dailymotion

Lunedì 15 Luglio 2019
(Teleborsa) - Giornata di festeggiamenti in casa Mediaset che vince la battaglia legale intrapresa contro Dailymotion. Il portale francese è stato infatti condannato a risarcire la società di Cologno Monzese con oltre 5,5 milioni di euro per i 995 video coperti da diritto d'autore caricati, dal 2006, sul proprio sito senza l'autorizzazione dell'operatore televisivo italiano.
Ad ordinarlo il Tribunale di Roma che ha rimarcato la consapevolezza di Dailymotion nell'attuare tale azione e di conseguenza ha anche imposto una penale di 5.000 euro per ogni giorno di ritardo nella cancellazione dei video. Il giudice, oltre ad imporre il pagamento di quasi 100mila euro di spese processuali, ricorda inoltre al colosso d'oltralpe che la sanzione avrà valore in automatico anche nel caso di eventuali futuri caricamenti sulla piattaforma del materiale Mediaset non autorizzato.

La sentenza, secondo Mediaset, arrivata ad un risultato dopo un processo durato oltre sei anni, risulta essenziale per tutte le aziende editoriali e audiovisive italiane. Questa pone una calibratura nuova agli equilibri esistenti tra chi produce contenuti e le piattaforme online che si trovano spesso ad ignorare la legge. A dimostrazione di tale evidenza, Mediaset cita proprio l'esempio vissuto con Dailymotion contro cui, prima di arrivare al processo, non avevano fatto presa una serie infinita di diffide, iniziate dal 2010 e sempre ignorate.
I risultati risultano essere stati claudicanti anche dopo la notifica della prima causa, che risale al 2012, e che solo oggi vede l'epilogo. Nel frattempo il portale francese non ha cessato le proprie condotte illecite. Tanto da portare Mediaset ad avviare successivamente altre sei azioni legali analoghe che ad oggi, i cui esiti si attendono a breve, potrebbero portare ad ottenere un risarcimento complessivo superiore ai 200 milioni.

Al momento le azioni Mediaset hanno chiuso la giornata a piazza affari con un rosso dell'1,05% © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

L’asse Ficcardi–Cacciatore, la coppia che punta l’indice

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma