Manovra, l'Italia risponde alla Ue: «Stime sull'evasione prudenti, saldi miglioreranno con il calo dello spread»

Giovedì 24 Ottobre 2019
Manovra, l'Italia risponde alla Ue: «Stime sull'evasione prudenti, saldi miglioreranno con il calo dello spread»

Le stime contenute nel Documento Programmatico di Bilancio 2020 (Dpb) sui ricavi dalla lotta all'evasione «sono prudenti» e comunque i saldi miglioreranno «grazie al calo dello spread». Questa in sintesi la replica dell'Italia alla lettera Ue sulla manovra in cui Bruxelles evidenziava il mancato rispetto dei target sulla riduzione del debito.

Fisco, sgravi per i negozianti che accettano il bancomat. Gualtieri alla Ue: «Cresceremo»
In pensione dal 2021 a 67 anni e 1 mese: gli italiani vivono sempre più a lungo

Le stime «sono abbastanza prudenti», non tengono conto dell'impatto sul gettito del piano per «la promozione» dei pagamenti digitali, scrive il ministro dell'Economia Roberto Gualtieri nella lettera di risposta ai rilievi Ue, sottolineando che l'obiettivo è di «superare di gran lunga» le stime sia del controllo della spesa sia della «tax compliance». Il ministro si dice anche fiducioso che «il consolidamento» della finanza pubblica e le riforme porteranno a un ulteriore calo dello spread aumentando i risparmi e migliorando il deficit strutturale.

«Le misure di contrasto all'evasione fiscale vengono quantificate in maniera prudente ma rigorosa e ammontano complessivamente a circa 3 miliardi di euro», spiega il Mef.

Il progetto di bilancio per il 2020 «non costituisce una deviazione significativa» dalle regole, continua Gualtieri nella lettera di risposta ai commissari Ue Dombrovskis e Moscovici sulla manovra. Il deficit strutturale mostra un «leggero deterioramento», dello 0,1%, ma l'output gap peggiora perché l'economia italiana sarà ancora in una situazione difficile. In più c'è la richiesta di 0,2 punti di flessibilità per eventi eccezionali.

«Vogliamo promuovere e incrementare l'utilizzo dei pagamenti digitali. La diffusione del contante, anche se in calo, è ancora più alta rispetto agli altri Paesi europei. Il governo lancerà una serie di incentivi e campagne promozionali» lavorando allo stesso tempo «con le associazioni di categoria per ridurre i costi dei Pos per i commercianti e gli altri fornitori di servizi», scrive il ministro, ricordando che non è stata indicata una stima di recupero di gettito dal piano 'cashless'.

«Quota 100 rimarrà in vigore fino al 2021, come originariamente stabilito. Anche se questa politica comporta dei costi, non altera i pilastri chiave del nostro sistema pensionistico, come un'alta età pensionabile obbligatoria e una graduale transizione al sistema contributivo», si legge nella lettera. «Crediamo - continua Gualtieri - che cambiamenti frequenti nelle regole per la pensione anticipata potrebbero essere dannosi e sottolineiamo che il numero di domande per quota 100 è significativamente inferiore alle stime iniziali». Quanto al reddito di cittadinanza, la riduzione della povertà e l'attivazione del mercato del lavoro consentiranno miglioramenti significativi, rispondendo alle raccomandazioni della Commissione.

L'Italia introdurrà, come l'anno scorso, un meccanismo di «freezing», congelando «temporaneamente» delle spese in attesa di verificare i risparmi attesi da Quota 100 anche per gli anni 2020-2022, spiega poi Gualtieri, precisando che i fondi saranno rilasciati in sede di assestamento a metà anno. Sarà congelata la differenza tra le stime originarie di quota 100 e il dato effettivo di adesione.

Nella lettera Gualtieri «evidenzia come l'intonazione moderatamente espansiva della manovra di bilancio sia coerente con le regole del Patto di Stabilità e Crescita, tenuto conto della flessibilità che queste prevedono. Al tempo stesso, viene assicurata la sostenibilità della finanza pubblica e la traiettoria discendente del debito pubblico, evitando una stretta pro-ciclica in linea con gli orientamenti espressi nell'Eurogruppo del 9 ottobre». 

«Stiamo lavorando in queste ore per un evento domani qui in Umbria con tutti i rappresentanti della coalizione di Governo per spiegare nei dettagli la manovra», ha annunciato il ministro degli Esteri e capo politico del M5s, Luigi Di Maio, nel corso di una visita al cantiere della Terni-Rieti. «Inviteremo anche il presidente Giuseppe Conte - ha aggiunto -, insieme al segretario del Pd Nicola Zingaretti, al ministro della Salute Roberto Speranza, insieme a chi vorrà partecipare, anche Italia Viva se lo vorrà». «Dobbiamo spiegare chiaramente - ha aggiunto il ministro Di Maio - che questa è la manovra che mantiene una promessa, non aumenta l'Iva, che abolisce il superticket per la sanità, che istituisce un assegno unico per le famiglie che fanno figli e abbassa il cuneo fiscale».

Ultimo aggiornamento: 14:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

L’asse Ficcardi–Cacciatore, la coppia che punta l’indice

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma