Manovra, I 73 articoli: aumentano tasse su sigarette e giochi. Ma testo incompleto

Martedì 23 Ottobre 2018
1
La bozza della manovra, sulla quale l'Unione Europea si è pronunciata per la bocciatura, è composta da 73 articoli. Il primo è dedicato, come ormai consuetudine, al disinnesco delle clausole Iva. Si passa poi al taglio dell'Ires alla flat tax per gli autonomi, fino al reddito di cittadinanza al rinnovo dei bonus casa, alle assunzioni nella p.a. e ad un capitolo ad hoc dedicato a Genova. La dotazione prevista per reddito e pensioni di cittadinanza è di 9 miliardi l'anno, a decorrere dal 2019, come si legge in una bozza di legge di bilancio datata 23 ottobre. 

LEGGI ANCHE Decreto fiscale: sanatorie subito al via, ​dal 2020 scontrino telematico


Le misure
Aumentano le tasse sulle sigarette. Nella bozza della manovra datata 23 ottobre sono previsti due articoli con «disposizioni in materia di tassazione dei tabacchi lavorati» e con «disposizioni in materia di tabacchi lavorati». L'aumento riguarderà le sigarette, i sigari e il tabacco trinciato. 


I maggiori incassi rispetto alle previsioni che saranno realizzati con l'Asta per le frequenze 5g «concorrono al conseguimento degli obiettivi programmatici di finanza pubblica, in coerenza con i criteri di contabilizzazione previsti per i saldi di finanza pubblica». È quanto prevede uno degli articoli con le 'coperturè contenuti in una prima bozza della Legge di Bilancio. L'asta ha raggiunto i 6,55 miliardi, spalmati in più anni, mentre gli incassi preventivati si attestavano a quota 2,5 miliardi.

Confermato lo stanziamento di 6,7 miliardi per la riforma della legge Fornero nel 2019, che salgono a 7 miliardi all'anno dal 2020. È quanto si legge in una bozza della manovra. La misura prevede l'istituzione di un fondo per «la revisione del sistema pensionistico attraverso l'introduzione di ulteriori forme di pensionamento anticipato e misure per incentivare l'assunzione di lavoratori giovani».

I maggiori incassi rispetto alle previsioni che saranno realizzati con l'Asta per le frequenze 5g «concorrono al conseguimento degli obiettivi programmatici di finanza pubblica, in coerenza con i criteri di contabilizzazione previsti per i saldi di finanza pubblica». È quanto prevede uno degli articoli con le 'coperturè contenuti in una prima bozza della Legge di Bilancio. L'asta ha raggiunto i 6,55 miliardi, spalmati in più anni, mentre gli incassi preventivati si attestavano a quota 2,5 miliardi. 


  Ultimo aggiornamento: 22:40 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Calimero e la gabbianara della Balduina

di Marco Pasqua

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma