Lvmh mira a Tiffany: alza la proposta di un miliardo

Lvmh mira a Tiffany: alza la proposta di un miliardo
2 Minuti di Lettura
Giovedì 21 Novembre 2019, 10:45 - Ultimo aggiornamento: 19:22

Lvmh rilancia su Tiffany e offre 16 miliardi. Il gruppo francese del lusso, guidato dal miliardario Bernard Arnault, ha alzato la sua offerta per acquistare l'americana Tiffany. Il proprietario dei marchi Louis Vuitton e Christian Dior ha messo sul piatto una nuova offerta a un prezzo unitario di circa 130 dollari per azione, un miliardo in pù totale rispetto alla precedente proposta e che porta Tiffany ad una valorizzazione di quasi 16 miliardi di dollari.

Secondo alcune fonti la società di gioielleria avrebbe accettato ora di aprire i suoi libri contabili anche se questa nuova proposta non garantisce che i due gruppi raggiungeranno un accordo. A Wall Street, il titolo Tiffany è salito del 3,58% a 127,74 dollari avvicinandosi al nuovo prezzo proposto da Lvmh. Lo scorso 15 ottobre il gruppo francese aveva presentato una proposta iniziale di 120 dollari per azione per un'operazione del valore di 14,5 miliardi di dollari.

Il consiglio di amministrazione di Tiffany aveva fatto trapelare di essere disponibile a un matrimonio tra le due società, sollecitando tuttavia Lvmh ad alzare la sua prima proposta. Secondo fonti vicine al dossier c'è una volontà da entrambe le parti di fare questa transazione, che consentirebbe a Lvmh di mettere le mani sul gruppo di lusso americani noto per i suoi diamanti, anelli di fidanzamento e il negozio sulla 5th Avenue a New York. L'acquisizione del gruppo statunitense amplierebbe il settore degli orologi e gioielli del gruppo francese, che già include tra gli altri i marchi Bulgari, Chaumet, Tag Heuer e Hublot, permettendogli di competere con Richemont (Cartier e Van Cleef & Arpels) e di rafforzarsi nel mercato statunitense.

© RIPRODUZIONE RISERVATA