Lucart ottiene supporto Intesa e SACE per sviluppo sostenibile business

Lucart ottiene supporto Intesa e SACE per sviluppo sostenibile business
3 Minuti di Lettura
Martedì 25 Gennaio 2022, 11:45

(Teleborsa) - Intesa Sanpaolo con un finanziamento di 10 milioni e SACE con una Garanzia Green sostengono il piano di crescita e sviluppo sostenibile di Lucart, uno dei più importanti gruppi cartari europei, noto con i marchi Tenderly, Grazie Natural e Tutto Pannocarta.

Il finanziamento vuole sostenere il Piano di sviluppo in ottica ESG e di economia circolare ed ha un meccanismo di di pricing legato al raggiungimento di precisi target in ambito di sostenibilità: l'aumento del packaging alternativo presso lo stabilimento di Castelnuovo di Garfagnana (LU) ed un maggior recupero di cartoni per alimenti poliaccoppiati tipo Tetra Pak nello stabilimento di Diecimo (LU). L'operazione si inserisce nella strategia di sviluppo del Gruppo Lucart, che punta ad ottimizzare l'utilizzo delle materie prime e ridurre gli scarti trasformandoli in nuove risorse. Lucart è infatti l'unica cartiera del settore tissue capace di recuperare tutte le componenti dei cartoni per bevande: sia la parte fibrosa, che viene trasformata in prodotti in carta delle linee Natural, sia quella di alluminio e polietilene, convertita in altri oggetti come i pallet per il trasporto delle merci.

L'operazione è stata conclusa dalla Divisione IMI Corporate & Investment Banking di Intesa Sanpaolo guidata da Mauro Micillo con il supporto del Circular Economy Desk di Intesa Sanpaolo Innovation Center, società dedicata all'innovazione e alla diffusione dell'economia circolare.

Gli interventi finanziati, grazie all'impatto positivo in termini di mitigazione del cambiamento climatico, rientrano negli obiettivi del Green New Deal, il piano che promuove un'Europa circolare, moderna, sostenibile e resiliente e quindi beneficiano delle "garanzie green" rilasciate da SACE in qualità di attuatore del Green New Deal sul territorio italiano. All'interno del gruppo guidato da Pierfrancesco Latini è stato istituito un team di specialisti trasversale alle varie funzioni aziendali, che racchiude professionalità diverse e complementari, in grado di rispondere a 360° alle esigenze di questa nuova operatività affidatale dal Decreto sempificazioni. L'intervento a supporto di Lucart si è concluso grazie all'impegno dell'ufficio di Firenze, una delle 14 sedi territoriali di SACE in Italia, e della Task Force Green, istituita per rispondere alle esigenze della nuova operatività legata al Green New Deal.

"Siamo orgogliosi di continuare a supportare la crescita di un'eccellenza come Lucart e di affiancarla nei suoi piani di sviluppo sostenibile", ha sottolineato Mario Bruni Responsabile Mid Corporate di SACE.

"Il Gruppo Lucart è un'eccellenza italiana e internazionale che ha saputo abbracciare da tempo i temi della sostenibilità ambientale", ricorda Richard Zatta, Responsabile Global Corporate della Divisione IMI Corporate & Investment Banking di Intesa Sanpaolo, confermando l'impegno della banca "nel dare impulso e sostegno concreto alla Green e Circular Economy supportando i piani di sviluppo delle aziende in tale ambito".

"Siamo molto soddisfatti del sostegno che Sace e Intesa Sanpaolo daranno ai nostri progetti. Il loro impegno nell'economia sostenibile si sposa perfettamente con la nostra devozione nell'applicazione di modelli di business circolari attraverso un piano strategico che prevede di aumentare il peso delle materie prime recuperate al 60%", dichiara Andrea Fano, Chief Financial Officer del Gruppo Lucart, aggiungendo "un altro importante obiettivo è arrivare a utilizzare il 100% di imballaggi riciclati e/o compostabili entro il 2030, su tutte le nostre linee di produzione".

© RIPRODUZIONE RISERVATA