Lavoro, ecco le professioni più richieste nel 2022 (e il relativo stipendio)

La classifica stilata da Randstad delle 15 qualifiche più ricercate dalle aziende in base a un database di oltre 4mila posizioni aperte in tutta Italia

Lavoro, ecco le professioni più richieste nel 2022 (e il relativo stipendio)
5 Minuti di Lettura
Venerdì 27 Maggio 2022, 16:27 - Ultimo aggiornamento: 28 Maggio, 00:14

Dall'infermiere allo sviluppatore fino agli operai. Sono queste le professioni più ricercate in Italia nel 2022. Lo conferma una ricerca di Randstad, azienda specializzata nelle risorse umane, che all'inizio dell'anno ha stilato la classifica delle 15 qualifiche professionali più richieste nel nostro paese.

Lo studio è stato compiuto sulla base del database dell'azienda che al momento ha oltre 4mila annunci di posizioni aperte. Sintomo di una ripresa di tutti i settori nel post-pandemia che si sta traducendo in una nuova crescita della domanda di lavoro da parte delle aziende. Domanda che però non sempre trova risposta: per le aziende a volte non è facile trovare le competenze richieste in ambito tecnico, così come in ambito di neolaureati spesso viene evidenziata una difficoltà di interazione tra le unviersità italiane e il mondo del lavoro.

Le professioni più richieste 

Al primo posto tra i profili più ricercati c'è la figura del magazziniere una qualifica per la quale l'agenzia ha ben 1200 richieste in tutta la penisola. Un ruolo smepre più richiesto anche a causa del boom della logistica e dell'e-commerce. Sempre legato al commercio online, tra i profili più richiesti c'è l'operatore di call center (al 4° posto in classifica) e l'addetto all'assistenza clienti (15°).

Segue al secondo posto l'Operaio metalmeccanico (con 900 richieste), sintomo di una ripresa del settore manufattoriero italiano in tutti i settori. Tra le posizioni richieste spiccano infatti operatori di macchine utensili (6° posto), elettricisti (8°), saldatori (10°), operatori dell’industria alimentare (11°) e addetti alle macchine legno (13° posto). 

Al terzo c'è l'infermiere, complice anche la recente emergenza sanitaria che ha fatto schizzare in alto negli ultimi due anni la richiesta di professionisti nel settore. Infine non può mancare il programmatore sintomo di un tessuto aziendale che richiede sempre maggiori figure tecniche in ambito informatico per affrontare la rivoluzione digitale.  

La classifica e dove sono richieste

Di seguito la classifica completa delle professioni più richieste nel 2022 dalle aziende italiane:

  1. Magazziniere
  2. Operaio metalmeccanico/addetto al montaggio
  3. Infermiere
  4. Addetto al call center
  5. Impiegato amministrativo
  6. Operatore di macchine utensili
  7. Operatore sociosanitario
  8. Elettricista
  9. Sviluppatore Java
  10. Saldatore
  11. Operatore alimentare
  12. System administrator
  13. Addetto alle macchine legno
  14. Operatore pluriservizi nella Gdo/horeca
  15. Addetto all’help desk

La richiesta di queste professionalità varia anche in base all'area geografica. Nel Nord Italia ad esempio sono più alte le richieste di operatori macchine utensili, mentre le ricerche di operatori per macchine del legno sono concentrati nel Nord-Est. Gli elettricisti invece sono particolarmente ricercati nel centro sud.

Quanto guadagnano le professioni più richieste

La retribuzione per le professioni più richieste varia in base alla mansione svolta e al livello di seniority. Tra i meno pagati, c'è l'operatore pluriervizi nella Grande distribuzione organizzata, che in caso di scaffalista di nuova assunzione guadagna circa 810 euro netti al mese. Lo stipendio cresce con l'esperienza e può arrivare anche ai 1500 del caporeparto. Su livelli simili c'è l'operatore di call center (1100 euro netti al mese) e il magazziniere (in media 1300 euro netti al mese). Nella parte "bassa" della classifica degli stipendi c'è l'impiegato amministrativo con uno stipendio di 1.350 € netti al mese (circa 24.300 euro lordi all'anno).

Tra gli operai, l'operatore di macchine utensili e quelli delle macchine per legno hanno uno stipendio medio di 1.300 euro netti al mese (con un minimo di 750 nel caso di part-time e picchi di 2500 in caso di maggiore anzianità). Al secondo posto tra le figure più richieste l'operaio metalmeccanico percepisce in media uno stipendio netto di 1.250 euro al mese, che corrispondono ad una RAL (Retribuzione Annua Lorda) di circa 22.200 euro all'anno. Nel settore dell'industria, il più retribuito è il saldatore (1.550 euro netti al mese, che corrispondono a 28.500 euro lordi, escluse eventuali tredicesima e quattordicesima).

Una cifra simile è quella percepita da un programmatore Java che guadagna una media di 12.82 euro all'ora (isi parte da circa 25.000 all'anno fino a un massimo di 35mila euro l'anno).

Simile è la retribuzione dell'elettricista che guadagna in media 13 euro l'ora. Le posizioni entry level si attestano su una Ral di 21mila euro l'anno, mentre i lavoratori con più esperienza possono raggiungere i 30mila all'anno. Leggermente più alto è lo stipendio di un Adetto all'help desk, che percepisce in media 14,36 euro l'ora con 28mila euro lordi l'anno. 

Per i Sanitari, lo stipendio di un infermiere  la media dello stipendio, se impiegati nel settore pubblico è di 1450 euro netti al mese, circa 26.400 lordi all'anno. Gli Oss invece variano tra i 900 e i 1600 euro netti mensili in base all'anzianità e all'esperienza. 

Infine il più pagato tra i lavori più richiesti è il "System Administrator" che guadagna circa 16,67 euro all'ora (per un lordo annuo che si attesta a 32.500 euro di Ral media).

© RIPRODUZIONE RISERVATA