Kering, oltre 1 miliardo al fisco italiano per chiudere contestazioni su Gucci

Giovedì 25 Aprile 2019
Il gruppo francese del lusso Kering è pronto a staccare un assegno da oltre 1 miliardo di euro allo Stato italiano, il risarcimento più alto mai versato al fisco. Si potrebbe chiudere dunque così la disputa tra l'Agenzia delle entrate e Kering, proprietaria del marchio Gucci, alla quale la Guardia di Finanza ha contestato una presunta evasione da circa 1,4 miliardi di euro per non aver dichiarato ricavi per 14,5 miliardi. A riportarlo è Il Sole 24 Ore secondo cui l'accordo con il Fisco dovrebbe essere firmato nei giorni di maggio.

Il processo verbale di constatazione della GdF è stato effettuato nell'inchiesta del pm Stefano Civardi con al centro la commercializzazione di prodotti Gucci e l'aggiramento, tra il 2011 e il 2017, delle imposte italiane attraverso una società svizzera.

Kering in una nota ha precisato di non aver ancora «raggiunto un accordo sull'ammontare specifico» da pagare al fisco italiano per chiudere le contestazioni rivolte a Gucci. «Kering intrattiene confronti regolari con le autorità fiscali italiane su questo tema. Diversi incontri hanno già avuto luogo in un clima aperto e collaborativo. Ad oggi non è ancora stato raggiunto un accordo sull'ammontare specifico», si legge nella nota del Gruppo.
  Ultimo aggiornamento: 26 Aprile, 10:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il marito della sindaca e la tv: «L’unico Matteo è nostro figlio»

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma