Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

L'Istat: «Crescita eccezionale del Pil in Italia, +6,6% nel 2021». E scende il debito

A trascinare la crescita del Pil è stata soprattutto la domanda interna

L'Istat: «Crescita eccezionale del Pil in Italia, +6,6% nel 2021»
2 Minuti di Lettura
Martedì 1 Marzo 2022, 12:10 - Ultimo aggiornamento: 12:12

Nel 2021 il Pil ai prezzi di mercato è stato pari a 1.781.221 milioni di euro correnti, con un aumento del 7,5% rispetto all'anno precedente. In volume il Pil è cresciuto del 6,6%. Lo rileva l'Istat precisando che «nel 2021 l'economia italiana ha registrato una crescita di intensità eccezionale per il forte recupero dell'attività produttiva, dopo un 2020 caratterizzato dagli effetti dell'emergenza sanitaria».

Istat, inflazione in ascesa e crescita più lenta nei prossimi mesi

Industria, Brunetta: Italia locomotiva d'Europa

A trascinare la crescita del Pil è stata soprattutto la domanda interna, mentre la domanda estera e la variazione delle scorte hanno fornito contributi molto limitati. Il debito pubblico italiano è sceso al 150,4% del Pil nel 2021. Lo afferma l'Istat ricordando che nel 2020 il debito era stato pari al 155,3% del prodotto interno lordo. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA