Terzo settore: in aumento le associazioni no-profit

Giovedì 11 Ottobre 2018
In crescita le assoziaioni no profit: nel 2016 sono 343.432 quelle attive, in aumento del 2,1 rispetto al 2015 e complessivamente impiegano 812.706 dipendenti, in aumento del 3,1. Lo rivelano i dati dell'Istat. 

Si tratta di un settore che continua a espandersi nel tempo con tassi di crescita medio annui in linea con il profilo delineato dai censimenti tradizionali. 

L'incidenza delle istituzioni no profit rispetto al complesso delle imprese dell'industria e dei servizi negli anni è aumentata: dal 5,8% del 2001 al 7,8% del 2016 per le istituzioni e dal 4,8% del 2001 al 6,9% del 2016 per gli addetti.

Nel biennio 2015-2016, le associazioni no-profit crescono di più al Nord-ovest (+3,3%), al Sud (+3,1%) e nelle Isole (+2,4%) mentre i dipendenti sono aumentati soprattutto nelle regioni meridionali (+5,8%) e al Nord-est (+4,4%).
Gli incrementi percentuali maggiori si osservano in Basilicata (+8,8%), Molise (+8,7%) e Calabria (+5,6%). Aumenti più contenuti, invece, si rilevano in Abruzzo (+0,2%), Provincia autonoma di Bolzano (+0,5%) ed Emilia-Romagna (+0,7%) mentre le variazioni sono di segno negativo in Umbria (-0,5%) e nelle Marche (-0,4%).

Per quanto riguarda i lavoratori dipendenti, le regioni maggiormente interessate dalla
crescita degli occupati sono la Basilicata (+9,5%), la Campania (+7,9%) e l'Emilia-Romagna (+5,0%) © RIPRODUZIONE RISERVATA