INTESA SAN PAOLO

Intesa Sanpaolo, utile a 4,18 miliardi e 3,36 miliardi di dividendi

Martedì 4 Febbraio 2020

Intesa Sanpaolo riempie i forzieri con un utile di 4,18 miliardi di euro ottenuto nel 2019, il più alto dal 2007 ed in crescita del 3,3% rispetto al 2018. Il risultato netto batte le attese degli analisti finanziari e si aggiunge al dividendo cash che quest'anno sarà di 3,36 miliardi (19,2 centesimi di euro per azione). Guardando al futuro la banca vede una «ulteriore crescita dell'utile per il 2020 ed un dividendo robusto e sostenibile», afferma il ceo Carlo Messina. I conti sono stati ben accolti dalla Borsa con il titolo in rialzo del 2,9% a 2,35 euro.

Nel 2019 la banca ha avuto una performance positiva in tutti i settori, mantenendo sempre un profilo alto dal fronte della sostenibilità. Il 46% del risultato lordo arriva dall'area della gestione patrimoniale (Wealth Management), anche grazie al rafforzamento in Cina e il lancio della Fideuram cinese (Yi Tsai). Gli altri proventi arrivano per il 31% dal corporate and investment banking ed il 27% dalla divisione della banca dei territori. Dal conto economico emerge una crescita dei proventi operativi dell'1,5%, una riduzione dei costi del 2,1%. Più nel dettaglio emerge come gli interessi si sono attestati a 7 miliardi di euro e le commissioni nette sono pari a 7,96 (+0,1%). Nel solo quarto trimestre, ad esempio, le commissione hanno avuto un balzo del 10,2% attestandosi a 2,17 miliardi. I numeri del 2019 rendono «orgoglioso» Carlo Messina per il «lavoro svolto». Si tratta di risultati che consentono a Intesa Sanpaolo di «collocarsi tra le banche europee più solide e profittevoli». Cà de Sass può contare inoltre su una solida patrimonializzazione con un Cet1 ratio pro-forma pari al 14,1%, livello «top tra le maggiori banche europee».

Di particolare rilevanza è anche la riduzione dei crediti deteriorati con una contrazione di 6 miliardi nel 2019 e circa
34 miliardi dal 2015. In questo modo è stato «già conseguito l'83% dell'obiettivo di riduzione dei crediti deteriorati
2018-2021, senza costi per gli azionisti». Da Intesa Sanpaolo arriva anche il sostegno all'economia reale con circa 58 miliardi di nuovo credito a medio e lungo termine. Sulla sostenibilità e responsabilità sociale e culturale sono state attivate iniziative per la riduzione della povertà infantile e il supporto alle persone in difficoltà.

Ultimo aggiornamento: 19 Febbraio, 15:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA