Intercos presenta domanda di ammissione su MTA. Forchetta tra 12 e 14,5 euro

Intercos presenta domanda di ammissione su MTA. Forchetta tra 12 e 14,5 euro
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 20 Ottobre 2021, 18:30

(Teleborsa) - Intercos, azienda italiana che opera nel settore della cosmetica, ha depositato la domanda di ammissione alle negoziazioni delle proprie azioni ordinarie sul Mercato Telematico Azionario (MTA) di Borsa Italiana, dopo aver ricevuto il provvedimento di ammissione a quotazione. Inoltre, la Consob ha approvato il documento di registrazione, la nota informativa relativa agli strumenti finanziari e la nota di sintesi che congiuntamente costituiscono il prospetto. Il periodo di offerta, che inizia il 21 ottobre, terminerà il 28 ottobre (salvo proroga o chiusura anticipata). La data di avvio delle negoziazioni prevista è il 2 novembre.

Intercos ha comunicato l'intervallo di valorizzazione del capitale economico della società, ante aumento di capitale: è compreso tra 1.107 milioni e 1.338 milioni di euro, pari ad un prezzo minimo di 12 euro per azione e un prezzo massimo di 14,50 euro per azione. È previsto che l'offerta sarà composta da: 3,5 milioni di azioni ordinarie di nuova emissione rivenienti da un aumento di capitale con esclusione del diritto di opzione; 21,9 milioni di azioni degli azionisti venditori: la maggior parte di esse sarà offerta da CP7 Beauty LuxCo S.à r.l., una società controllata da L Catterton, e da The Innovation Trust, una società controllata da Ontario Teachers' Pension Plan Board, e le quali includono anche le azioni offerte da Dafe 3000 e Dafe 4000, due società controllate da Dario Ferrari, nonché dalla società per conto dell'AD Renato Semerari.

Ferrari manterrà il controllo della società a seguito dell'offerta, anche attraverso l'adozione di un meccanismo di voto maggiorato. Nell'ambito dell'offerta, gli azionisti venditori hanno concesso un'opzione greenshoe in favore dei joint global coordinators, per l'acquisto, al prezzo di offerta, fino a circa 2,6 milioni di azioni, corrispondenti a circa il 10% delle azioni collocate nell'ambito dell'offerta. Ad esito dell'offerta, assumendo l'integrale esercizio dell'opzione Greenshoe, il flottante sarà al 29%.

Nell'ambito dell'offerta, BNP Paribas, Morgan Stanley, UBS e Jefferies agiscono in qualità di joint global coordinators. BNP Paribas agisce anche in qualità di Sponsor a fini dell'ammissione a quotazione delle azioni. Rothschild & Co agisce in qualità di advisor finanziario della società, mentre Cornelli Gabelli e Associati è l'advisor finanziario dell'azionista di controllo. Gli advisor legali incaricati dalla società sono White & Case, Maisto e Associati, Studio Legale Giliberti Triscornia e Associati mentre Linklaters agisce in qualità di advisor legale per i joint global coordinators.

© RIPRODUZIONE RISERVATA