Nasce Integratori & Salute, mercato da oltre 3,7 miliardi di euro

3 Minuti di Lettura
Venerdì 4 Febbraio 2022, 22:19 - Ultimo aggiornamento: 5 Febbraio, 15:41

Integratori Italia, organizzazione che fa parte di Unione Italiana Food - grande associazione di categoria del settore alimentare con 450 aziende rappresentate, per oltre 20 settori merceologici - e FederSalus, associazione che rappresenta 240 aziende nazionali e multinazionali della filiera degli integratori alimentari, annunciano la fusione. L'operazione, spiega una nota, sancisce l'inclusione in Unione Italiana Food e l’ingresso delle associate FederSalus nel sistema confindustriale. Nelle settimane a venire, verranno ultimati tutti gli step amministrativi necessari, che si concluderanno con la formalizzazione notarile. La nuova associazione si chiamerà Integratori & Salute.

Oggi, solo in Italia, il mercato degli integratori alimentari vale oltre 3,7 miliardi di euro, con una crescita media - registrata tra il 2014 e il 2020 - dell’8,2%. Il nostro Paese è leader europeo di questo mercato, coprendo abbondantemente il 29% del valore totale dello stesso (che, in Europa, supera i 13 miliardi di euro); seguono Germania e Francia, con percentuali nettamente più basse (rispettivamente il 19 e il 9%).

In un anno complesso come il 2020, il mercato italiano degli integratori alimentari ha fatto dell’innovazione il volano della sua crescita e ha aumentato il proprio valore di quasi il 3% rispetto all’anno precedente. D’altra parte, il settore raggruppa imprese altamente competitive: da un’indagine di Federsalus, il 59% delle aziende ha dichiarato fatturati in crescita nel 2020 e un tasso di occupazione nel settore che - nel 90% dei casi - è aumentato o rimasto costante, con una marginalità sull’ebitda (che indica lo stato finanziario) del comparto nel suo insieme che arriva al 14,6% e supera quello dell’industria farmaceutica (12,6%).

Marco Lavazza, presidente di Unione Italiana Food, ha commentato con soddisfazione l’atto finale del processo di fusione tra Integratori Italia e Federsalus: “Quella creata da Integratori Italia e FederSalus si delinea come una sinergia che affonda le proprie radici nella profonda consapevolezza delle attuali risorse della filiera e delle potenzialità che può ancora esprimere. Le nostre due realtà potranno mettere a sistema i rispettivi network e rafforzare la rappresentanza del settore degli integratori in Italia all’interno del sistema Confindustria”.

“Siamo molto soddisfatti di aver raggiunto questo importante traguardo: un passo indispensabile per il futuro e lo sviluppo del nostro settore”, ha sottolineato Germano Scarpa, Presidente di FederSalus. “Attraverso questa fusione la vivacità culturale e la capacità di avere iniziative nel campo degli integratori alimentari di FederSalus si sposa con la grande capacità di Confindustria di avere rapporti istituzionali a ogni livello, al fine di avere un’associazione più forte e proiettata alle sfide del futuro che si giocheranno in Europa. La scelta della fusione è un’operazione strategica per la sopravvivenza del settore e siamo contenti che oggi sia stata riconosciuta dalla maggioranza dei nostri associati”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA