Indennità di vacanza contrattuale, ecco tutti i mini-aumenti per gli statali

Mini-aumenti per i dipendenti dei ministeri
1 Minuto di Lettura
Venerdì 5 Aprile 2019, 16:30 - Ultimo aggiornamento: 21:21
La prima tranche, pari ad un incremento dello 0,42% rispetto agli stipendi tabellari, è scattata dal primo aprile. La seconda, da luglio, varrà lo 0,7%. La Ragioneria generale dello Stato ha diffuso le tabelle con tutti gli aumenti retributivi dei dipendenti pubblici derivanti dall'indennità di vacanza contrattuale. Si tratta della somma corrisposta a parziale recupero dell'inflazione, in attesa dei rinnovi contrattuali: quelli per il triennio 2019-2021 prevedibilmente non saranno discussi prima della fine del prossimo anno.

Si tratta dunque di piccole cifre, espresse in termini lordi: ad aprile vanno dai circa 6 euro mensili per le qualifiche più basse ai quasi 18 dei vertici dei ministeri, per arrivare ai 36 circa degli ambasciatori. A luglio questi tre valori citati a titolo di esempio passeranno rispettivamente - in via approssimata - a 10, 30 e 60 euro. Lo scatto dell'anticipazione, deciso dalla legge, riguarda tutti i settori della pubblica amministrazione compresi enti locali, scuola, sanità, forze dell'ordine e militari.
© RIPRODUZIONE RISERVATA