In ribasso tutti i mercati europei

In ribasso tutti i mercati europei
2 Minuti di Lettura
Lunedì 18 Ottobre 2021, 18:00

(Teleborsa) - Milano è debole, in scia alle altre Borse di Eurolandia. Nel frattempo resta senza direzione negli USA l'S&P-500, dove l'attenzione si focalizza sulla stagione delle trimestrali delle società.

Sul mercato valutario, stabile l'Euro / Dollaro USA, che continua la sessione sui livelli della vigilia e si ferma a 1,16. L'Oro è sostanzialmente stabile su 1.768,5 dollari l'oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a +0,15%.

Sui livelli della vigilia lo spread, che si mantiene a +105 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona allo 0,90%.

Tra i mercati del Vecchio Continente si concentrano le vendite su Francoforte, che soffre un calo dello 0,72%, discesa modesta per Londra, che cede un piccolo -0,42%, e vendite su Parigi, che registra un ribasso dello 0,81%. A Piazza Affari, il FTSE MIB è in calo (-0,83%) e si attesta su 26.269 punti in chiusura; sulla stessa linea, vendite diffuse sul FTSE Italia All-Share, che chiude la giornata a 29.078 punti.
Alla chiusura di Milano risulta che il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 3,35 miliardi di euro, con un incremento del 31,04%, rispetto ai precedenti 2,56 miliardi di euro; mentre i volumi scambiati sono passati da 0,64 miliardi di azioni della seduta precedente agli odierni 0,76 miliardi.

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, in primo piano Banco BPM, che mostra un forte aumento del 2,18%.

Denaro su BPER, che registra un rialzo dell'1,58%.

Bilancio decisamente positivo per Banca Generali, che vanta un progresso dell'1,41%.

Buona performance per Azimut, che cresce dell'1,06%.

Le peggiori performance, invece, si sono registrate su Unipol, che ha chiuso a -4,71%.

Seduta negativa per Intesa Sanpaolo, che mostra una perdita del 3,24%.

Sotto pressione Stellantis, che accusa un calo dell'1,82%.

Scivola Exor, con un netto svantaggio dell'1,61%.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, doValue (+5,85%), Bff Bank (+3,13%), Tinexta (+2,72%) e Tamburi (+2,62%).

I più forti ribassi, invece, si sono verificati su Banca Ifis, che ha archiviato la seduta a -4,29%.

Sessione nera per Autogrill, che lascia sul tappeto una perdita del 3,86%.

In caduta libera Unieuro, che affonda del 3,30%.

In rosso Alerion Clean Power, che evidenzia un deciso ribasso dell'1,92%.

© RIPRODUZIONE RISERVATA