Il Reddito marcia verso 500mila domande: molte a rischio stop

Mercoledì 13 Marzo 2019
(Teleborsa) - Marcia a passo spedito il Reddito di Cittadinanza, misura bandiera del Movimento Cinque Stelle. Un mini esercito: quasi mezzo milione le domande complessivamente già presentate per accedere al Reddito di cittadinanza e gli appuntamenti presi ai Centri di assistenza fiscale per inoltrare la richiesta.

Su tutte però aleggia il "fantasma" del rischio stop come già avvenne con il Reddito di inclusione. La verifica sui requisiti spetta all'Inps ma mentre i Caf mandano la domanda solo dopo un colloquio con l'utente per valutare se ci sono i margini per la richiesta (livello di Isee, proprietà mobiliari e immobiliari ecc) le Poste raccolgono le domande senza però effettuare nessun controllo.

Intanto, in attesa delle prime risposte ufficiali da parte dell'Inps, il Governo sblocca sul reclutamento dei navigator grazie all'intesa raggiunta con le Regioni. Il numero di coloro chiamati a guidare i beneficiari del Reddito verso l'inserimento al lavoro si è dimezzato -dai 6.000 annunciati a 3.000 - ma la buona notizia è che si è trovata un'intesa sulle modalità di lavoro, a stretto contatto con i centri per l'impiego.

Nel frattempo, Anpal ha pubblicato un bando per la ricerca di una società che selezioni persone laureate attraverso test a risposta multipla. Ieri intanto è arrivata anche la "mezza" benedizione del Presidente di Confindustria Vincenzo Boccia che sul reddito di cittadinanza ha detto: "può avere un impatto sui consumi" ma "non basta dato il rallentamento economico". © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Davide si è inventato un lavoro: proteggere i gatti sui balconi di Roma

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma