Goldman Sachs, nuovo hub azionario a Parigi per evitare disagi Brexit

Mercoledì 25 Novembre 2020

(Teleborsa) - Goldman Sachs vuole trovarsi pronta, e soprattutto non creare disagi ai propri clienti, quando il Regno Unito perderà l'accesso incondizionato all'Unione europea il 31 dicembre, a meno del raggiungimento di un accordo con Bruxelles nelle prossime settimane. Per questo la banca d'affari statunitense ha annunciato il lancio di un hub di trading azionario a Parigi.

L'incertezza sulla Brexit sta spingendo anche altri istituti ad aprire piattaforme di trading in Paesi dell'Unione europea. Tre piattaforme paneuropee di trading azionario a Londra - CBOE, Turquoise di Lse e Aquis Exchange - hanno già ottenuto approvazioni normative per formare hub nel blocco, secondo quanto riporta Reuters. Turquoise, in particolare, lancerà un nuovo hub in Olanda. Segro, società d'investimenti immobiliari britannica, ha già lanciato una quotazione secondaria a Parigi.

Se, da un lato, il Regno Unito ha annunciato che gli investitori britannici potranno continuare a usare le piattaforme di trading azionario con sede nella UE, quest'ultima non ha ancora deciso se consentirà tutti gli scambi azionari cross-border dopo l'effettiva entrata in vigore della Brexit. È per questo motivo che Goldman Sachs vuole lanciare una piattaforma SIGMA X Europe a Parigi per scambiare azioni quotate in 15 Paesi prima del 4 gennaio 2021, data soggetta ad approvazione normativa. "Vogliamo garantire che i nostri clienti continuino ad avere accesso a tutte le nostre principali fonti di liquidità, anche dopo la Brexit", ha detto a Reuters Liz Martin, co-responsabile Goldman di trading elettronico per futures e equity.

© RIPRODUZIONE RISERVATA