Goldman Sachs, a dicembre venti contrari sui mercati a prescindere da Omicron

Goldman Sachs, a dicembre venti contrari sui mercati a prescindere da Omicron
2 Minuti di Lettura
Martedì 30 Novembre 2021, 15:15

(Teleborsa) - I mercati hanno registrato un vero e proprio crollo nella giornata di venerdì 26 novembre 2021, quando sono emerse le prime preoccupazioni sulla nuova variante Omicron del coronavirus. Dopo un parziale rimbalzo nella giornata di lunedì, le azioni globali sono tornate a perdere terreno nella giornata odierna, con gli investitori preoccupati per le nuove restrizioni ai viaggi e potenziali revisioni al ribasso della crescita globale. L'outlook per la performance di breve-medio termine dei mercati non era comunque privo di venti contrari, secondo un rapporto di Goldman Sachs.

"Anche prima delle notizie su Omicron, il quadro del rischio stava già diventando più difficile semplicemente sulla base della corsa a un tapering accelerato, della prospettiva di una diminuzione del supporto dei dati macroeconomici e di una probabile ripresa stagionale nei tassi dei casi Covid", si legge in un rapporto redatto da Dominic Wilson. "Con un minor numero di catalizzatori positivi all'orizzonte nel periodo tra qui e il FOMC di dicembre (14 e 15 dicembre, ndr), sospettiamo che le preoccupazioni potrebbero dover crescere ulteriormente prima che sia possibile un sollievo duraturo", afferma lo strategist della società finanziaria statunitense.

"Ironia della sorte - aggiunge Wilson - la stessa paura dell'Omicron potrebbe ora creare le migliori possibilità di sollievo nelle prossime settimane, o perché le notizie in arrivo sono migliori di quanto si teme o perché ciò spinge i responsabili delle politiche monetarie a prendere una posizione più cauta verso l'inasprimento" delle politiche monetarie stesse.

© RIPRODUZIONE RISERVATA