Global Tech Ventures porta quattro società sulla borsa americana

Global Tech Ventures porta quattro società sulla borsa americana
3 Minuti di Lettura
Martedì 25 Gennaio 2022, 12:45

(Teleborsa) - Global Tech Ventures, la holding di investimento specializzata in futuri Unicorni, o già tali, prevalentemente del tech e del digitale, ha chiuso il 2021 con quattro exit sul NYSE, 17 investimenti, per un totale di 10 milioni di dollari e il completamento del ciclo di investimenti del veicolo GTV I, con l'ingresso, lo scorso dicembre, in Gorillas, la piattaforma tedesca di consegne a domicilio della spesa e di prodotti alimentari leader a livello europeo e Mercuryo, un wallet multicurrency per trasferimenti e attività in cryptovalute.

Nel secondo semestre del 2021 è stato poi lanciato GTV II, che negli ultimi tre mesi dell'anno ha concluso altrettante operazioni: Moonpay e Copper, in uno dei settori con il più alto tasso di crescita, ovvero la blockchain e il mondo crypto e Bombas, nell'ambito dei marketplace dell' abbigliamento e della sostenibilità.
Global Tech Ventures - che garantisce l'accesso esclusivo, a fianco di investitori istituzionali primari a livello globale, ha co-investimenti per oltre il 60% sul mercato statunitense e per la restante parte in Europa e Asia- gestisce, al momento, oltre 20 milioni di dollari, ha realizzato 26 investimenti in altrettante aziende tecnologiche leader a livello globale a fianco dei principali fondi di Venture Capital internazionali e ha finora ottenuto, con GTV I, quattro exit in IPO sul NYSE: Coursera (e-learning), Toast (SW per ristorazione), 23andMe (genomica) e Bird (mobilità elettrica). La media del ritorno degli investimenti conclusi con una exit certificata é superiore a due volte il capitale.

Nato nel 2020, GTV I ha investito in due anni oltre 13 milioni di dollari in 23 aziende tecnologiche operanti, fra gli altri, nei settori fintech, SaaS, edutech, logistica, foodtech e Space Economy. GTV II, che ripercorre la stessa strategia del veicolo precedente, dopo i successi di Moonpay, Copper e Bombas, sta valutando due ulteriori investimenti che si concluderanno nei primi mesi del 2022.

"Il tech e il digital hanno confermato anche nel 2021 di rappresentare i settori con il più alto tasso di crescita. Negli ultimi anni la velocità con cui sono nate nuove tecnologie è aumentata, in termini di prodotti, soluzioni e infrastrutture. Anche il mercato dei capitali ha registrato un incremento nella raccolta, con molteplici gestori di fondi che hanno concluso il proprio fund raising nel 2021, con la conseguenza diretta che la massa di investimenti aumenterà nei prossimi anni" - dichiarano i vertici della holding guidata da Alessandro Rivetti e Roberto Bossi -. "Nel 2022 fintech, blockchain e servizi di supporto all'e-commerce saranno sempre più i settori trainanti".

© RIPRODUZIONE RISERVATA