Giappone, export in calo a febbraio. Pesa domanda debole da Cina e USA

Giappone, export in calo a febbraio. Pesa domanda debole da Cina e USA
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 17 Marzo 2021, 08:15

(Teleborsa) - La bilancia commerciale del Giappone torna in positivo a febbraio. Secondo il Ministero delle Finanze del Giappone (MOF), il saldo commerciale ha registrato un avanzo di 217,4 miliardi di yen. Il dato si confronta con il deficit di circa 323,9 miliardi di yen di gennaio, mentre a febbraio 2020 si era registrato un disavanzo di 1.113 miliardi. Le attese del mercato indicavano un avanzo più ampio di 420 miliardi di yen.

In termini di volumi, l'export segnala un calo tendenziale del 4,5% a 6.038 miliardi di yen, peggio delle attese (-0,8%), mentre le importazioni hanno registrato un aumento dell'11,8% a 5.820 miliardi di yen, appena inferiore al consensus (+11,9%).

Le esportazioni verso la Cina sono aumentate del 3,4%, trainate da apparecchiature per la produzione di chip, metalli non ferrosi e plastica, rallentando bruscamente da un aumento del 37,5% nel mese precedente, in parte a causa delle vacanze per il capodanno cinese. L'export verso gli Stati Uniti è stato in calo del 14%, il quarto mese consecutivo in diminuzione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA