Genova, cordata "Salini Impregilo-Fincantieri" in pole per ricostruzione ponte

Domenica 16 Dicembre 2018
(Teleborsa) - Dopo il simbolico avvio dei lavori di ieri sabato 15 dicembre del Sindaco di Genova Bucci e al tempo stesso Commissario per il viadotto Morandi, si attende per martedì 18 dicembre il nome di chi procederà alla demolizione e ricostruzione del manufatto autostradale rovinosamente crollato all'improvviso il 14 agosto scorso provocando 43 morti tra quanti lo stavano percorrendo. Tra i nomi in lizza, la cordata Salini Impregilo-Fincantieri è considerata in pole position.

"Siamo a Genova per spirito di servizio, in un progetto come la ricostruzione del ponte Morandi non si entra per fare utili - ha detto il Pietro, Ad del Gruppo Salini - e tanti nostri operai che lavorano al Terzo valico sono liguri e noi vogliamo essere loro vicini. Con Fincantieri e gli altri partner ci sentiamo attrezzati per aiutare una città che, senza quel ponte sta morendo, non può aspettare oltre. L'ho detto più volte e lo confermo: si può fare in un anno".

"In Italia - ha sottolineato criticamente Salini che riferendosi alle intenzioni del Governo boccia sussidi e reddito di cittadinanza - da molti anni non facciamo piani organici per le infrastrutture, la politica non riesce a dare una chiara prospettiva di sviluppo, a dire cosa vogliamo come Paese e che futuro vogliamo per noi e per i nostri figli. Il vero cambiamento di oggi sarebbe avere finalmente un piano chiaro per i trasporti, per l'energia, per l'acqua, per i rifiuti".


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Animali in fila dal veterinario, l'attesa diventa una mostra

di Marco Pasqua