Genagricola, restituita alla comunità la storica tenuta di Ca' Corniani vicino a Venezia

Martedì 25 Giugno 2019
Al via «Cà Corniani - Terra d'avanguardia», il progetto di valorizzazione paesaggistica della tenuta di Genagricola - la holding agroalimentare di Generali Italia - che combina agricoltura, arte e paesaggio. Con i suoi 1770 ettari di estensione nell'entroterra di Caorle, in provincia di Venezia, è una delle più grandi aziende agricole italiane.

L'identità storico-culturale del luogo è stata valorizzata con interventi di qualificazione e infrastrutturazione paesaggistica quali: 3 ettari di nuovi boschetti, 7 km di filari arborei e 5 km di strisce di impollinazione (per incentivare la riproduzione delle api) con fioriture scalari per tutto il periodo primaverile-estivo, l'introduzione di 32 km di piste ciclo-pedonali per connettere Cà Corniani con il territorio, una ciclostazione e diverse aree di sosta attrezzate.

Il binomio tra arte e agricoltura è rappresentato dalle opere dell'artista Alberto Garutti che raccontano la ricchezza di
quest'area dalla vocazione fortemente agricola e produttiva: un grande tetto dorato per un antico casale abbandonato, una scritta a led che si illumina ad ogni fulmine che cade in Italia, delle sculture ritratto dei cani e dei cavalli che vivono in uno dei poderi. Gli edifici di maggior valore storico e simbolico della tenuta - quali la cantina di vinificazione e l'idrovora - sono stati oggetto di un restauro conservativo e oggi ospitano installazioni multimediali. Nella cantina, una mostra fotografica curata da Alinari racconta la vita della tenuta con documenti originali.

Per Giancarlo Fancel, presidente di Genagricola e chief financial officer Generali Country Italia «la capacità di
guardare avanti è il filo conduttore che a Cà Corniani tiene insieme impresa, territorio e comunità dal 1851. Il progetto di riqualificazione rende oggi Cà Corniani il simbolo di una campagna rinnovata, in grado di offrire benefici per la collettività e di attrarre anche i milioni di turisti che visitano le nostre spiagge, con lo sviluppo di nuove
infrastrutture paesaggistiche, con la valorizzazione culturale, naturalistica e funzionale dell'intera proprietà». Ultimo aggiornamento: 26 Giugno, 15:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

L’incubo di vivere per 34 ore sulla barella al pronto soccorso

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma