Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Gas, Cingolani: «Valutiamo aumento della produzione italiana riattivando giacimenti chiusi»

Gas, Cingolani: «Valutiamo aumento della produzione italiana riattivando giacimenti chiusi»
3 Minuti di Lettura
Martedì 14 Dicembre 2021, 16:07

Il prezzo del gas continua ad aumentare in tutta Europa e sul tema oggi ha parlato il ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani, in audizione sul caro energia davanti alle Commissioni Attività produttive della Camera e Industria del Senato. Cingolani ha introdotto il tema della produzione nazionale. «Verifichiamo come aumentare la quota di produzione nazionale del gas, a parità di consumi interni, riducendo le importazioni. Non si tratta di trivellare di più, ma di usare di più i giacimento che ci sono già, che sono chiusi e che possono essere riaperti in un anno». «Secondo l'Acer (l'Agenzia dell'Ue per la cooperazione dei regolatori del'energia, n.d.r.) non è chiaro che questo aumento del prezzo del gas sia contingente, e che possa rientrare con l'apertura del North Stream 2. L'Acer teme che questo aumento possa andare avanti fino al 2023. A quel punto la mitigazione delle bollette fatta finora non sarebbe più possibile, e servirebbero interventi strutturali». Lo ha detto oggi il ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani, durante un'audizione sui prezzi dell'energia alle Commissioni Attività produttive della Camera e Industria del Senato.

Direttiva Ue casa, corsa per modificarla: salto di classe più morbido, margini sul divieto di vendita/affitto e bonus strutturali

La situazione bollette

«Fra il Consiglio dei ministri di oggi, la ministeriale del 20 e le notizie che gli analisti ci comunicheranno anche in funzione della situazione geopolitica Germania, Ucraina, Russia e Usa credo che i prossimi due mesi saranno fondamentali per capire qual è la direzione da prendere: stiamo davvero analizzando tutti gli scenari possibili e stiamo cercando di arrivare all'inizio dell'anno nuovo con delle simulazioni sui risparmi in bolletta». Lo afferma il ministro della Transizione Ecologica, Roberto Cingolani in audizione presso le commissioni congiunte Industria del Senato e Attività produttive della Camera. «Dobbiamo capire come fare a migliorare il costo soprattutto per i cittadini, e i più vulnerabili. Prima di fare interventi strutturali però bisogna vedere se veramente sono indispensabili perché la situazione del gas diventa permanentemente complicatissima e bisogna poi negoziare con la Commissione Europea perché non è una cosa che si fa in autonomia», conclude Cingolani.

© RIPRODUZIONE RISERVATA