Gamestop torna a salire, ma la battaglia in Borsa ora diventa un caso politico

Gamestop torna a salire, ma la battaglia in Borsa ora diventa un caso politico
3 Minuti di Lettura
Venerdì 29 Gennaio 2021, 15:00 - Ultimo aggiornamento: 30 Gennaio, 00:31

Gamestop torna a volare: dopo il ribasso del 43% di ieri, che faceva seguito a un rialzo stratosferico registrato negli ultimi giorni, il titolo oggi è tornato a volare chiudendo con un balzo del 68% a quota 325 dollari, in calo però dai massimi toccati subito dopo l'avvio a quota 381 dollari. 

La nota catena di videogiochi in difficoltà lunedì scorso alla chiusura del mdercato valeva 76 dollari e il 4 gennaio 17 dollari. A far impennare le quotazioni gli acquisti di una moltitudine di piccoli investitori coordinati da un passaparola organizzato sul social network Reddit. L'azione dei piccoli trader ha messo in difficoltà una serie di grandi fondi che avevano invece scommesso sul ribasso del titolo. Le principali piattaforme di trading - Robinhood Markets, Webull Financial e Interactive Brokers - hanno quindi disposto limitazioni all'acquisto del titolo, facendo crollare le quotazioni nella giornata di ieri e finendo nel mirino di molti risparmiatori e della politica.

La deputata dem Alexandra Ocasio-Cortez, che fa parte della commissione servizi finanziari, ha promesso che aprirà un'inchiesta sul comportamento di queste piattaforme.

Intanto la Se, l'autorità di controllo dei mercati statunitense, sta monitorando attentamente l'estrema volatilità dei prezzi sul mercati, sottolineando che sbalzi dei prezzi possono causare perdite e mettere a rischio la fiducia sul
mercato. La Sec esaminerà le azioni decise dalle entità regolamentate che potrebbero aver causato svantaggi
agli investitori o inibito la capacità di scambiare alcuni titoli. «Agiremo per proteggere gli investitori retail - afferma
la Sec - quando i fatti dimostreranno un'attività di trading di manipolazione che è proibita dalla legge». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA