Gamenet, la famiglia Chiarva entra nel capitale del gruppo dei giochi

Mercoledì 9 Ottobre 2019
La famiglia Chiarva - imprenditori di Cuneo a capo di un gruppo che produce traversine di legno per le ferrovie e pali telefonici - entra nel capitale del gruppo dei giochi Gamenet.

Gli azionisti di Tcp Lux Eurinvest - fra cui il fondo di private equity che la controlla, Trilantic Capital Partners IV Europe - hanno ceduto a G Partecipazioni, una società controllata dalla famiglia Chiarva (tramite la San Luca), il 49,9% delle azioni di Tcp Lux, che a sua volta detiene n. 8,6 milioni di azioni di Gamenet, pari al 28,67% del capitale sociale del gruppo  dei giochi. La quota ai prezzi attuali di Borsa vale circa 45 milioni di euro.

Trilantic Europe e la famiglia Chiarva, tramite la joint venture, si prefiggono l'obiettivo di valorizzare la partecipazione in Gamenet, supportando la società nei suoi progetti di crescita per linee interne ed esterne, in uno scenario di veloce consolidamento del mercato nazionale e internazionale del gaming e delle scommesse sportive.

Le parti hanno altresì stipulato un nuovo patto parasociale, avente ad oggetto la joint venture, recante sostanzialmente le medesime previsioni a suo tempo annunciate in data 30 luglio 2019. Ultimo aggiornamento: 10 Ottobre, 12:40 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Termini, la brutta cartolina della fila chilometrica per i taxi

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma