G20 Donne, Marcegaglia: "Empowerment femminile potente motore di inclusione"

G20 Donne, Marcegaglia: "Empowerment femminile potente motore di inclusione"
3 Minuti di Lettura
Giovedì 26 Agosto 2021, 18:15

(Teleborsa) - Si è tenuta oggi a Santa Margherita Ligure la Conferenza G20 dedicata all'empowerment femminile. Per la prima volta in ambito G20 un incontro ufficiale ha messo al centro del dibattito il ruolo fondamentale delle donne e il loro diritto al lavoro, come leva critica per i diritti umani e per combattere le disuguaglianze, a partire dalla disparità di genere, soprattutto in un contesto internazionale come quello attuale, nel quale l'affermazione e la tutela dell'empowerment delle donne è messo a rischio. Alla Conferenza, presieduta dalla Ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia, Elena Bonetti, è intervenuta Emma Marcegaglia, Presidente del B20, il principale engagement group del G20 espressione del mondo delle imprese a livello globale, nell'ambito della tavola rotonda sull' Empowerment lavorativo ed economico e armonizzazione dei tempi di vita.

"L'empowerment delle donne è un potente motore di inclusione e uno strumento efficace per combattere le disuguaglianze. Il mio pensiero va alle donne in Afghanistan, così come a tutte quelle che vivono nella segregazione in molti paesi del mondo, private dei loro diritti fondamentali e vittime di abusi quotidiani. Ma l'empowerment femminile è anche uno straordinario strumento per promuovere la crescita socio-economica e la sostenibilità a lungo termine, come dimostrano i dati: se tutti i paesi dell'OCSE avessero il tasso di occupazione femminile della Svezia, si genererebbe un impatto economico fino a 6 miliardi di dollari", ha dichiarato Marcegaglia. "Sono necessari strumenti concreti e incentivi per aumentare l'occupazione femminile di qualità, retribuita in modo equo, senza disparità di genere. Vanno rimosse le barriere culturali che limitano l'accesso delle donne alle materie STEM e a posizioni di leadership. Chiediamo ai governi del G20 politiche capaci di creare un miglior equilibrio tra vita lavorativa e familiare e di riconoscere formalmente l'enorme quantità di lavoro non pagato svolto dalle donne affinché questa economia informale diventi reale favorendo crescita, sviluppo ed emancipazione", ha concluso la presidente del B20.

Alla Conferenza G20 sull'Empowerment Femminile – che si è svolta in forma fisica e virtuale – sono intervenuti, fra gli altri, Helena Dalli, Commissaria Europea all'Uguaglianza; Åsa Regnér, Vice Direttrice Esecutiva UN Women, l'agenzia delle Nazioni Unite per la parità di genere e l'empowerment femminile; Ulrik Vestergaard Knudsen, Vice Segretario Generale OCSE; Bogolo Joy Kenewendo, Inviata Speciale G7 e G20 per il Women Political Leaders, rete globale delle donne politiche insieme a numerosi Ministri per le pari opportunità dei paesi G20.

© RIPRODUZIONE RISERVATA