Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Foot Locker, utili battono attese. Cambio di CEO

Foot Locker, utili battono attese. Cambio di CEO
2 Minuti di Lettura
Venerdì 19 Agosto 2022, 14:45
(Teleborsa) - Foot Locker, azienda statunitense specializzata nella vendita di abbigliamento sportivo e di calzature, ha registrato un utile netto di 94 milioni di dollari, o 0,99 dollari per azione, nel trimestre terminato il 30 luglio 2022, rispetto a un utile netto di 430 milioni di dollari, o 4,09 dollari per azione, nel corrispondente periodo dell'anno precedente. Su base rettificata, la società ha guadagnato 1,10 dollari per azione (2,09 dollari un anno fa).

Le vendite comparabili nei negozi sono diminuite del 10,3% rispetto ai livelli record di vendite dello scorso anno. Le vendite totali sono diminuite del 9,2%, a 2.065 milioni di dollari. Escludendo l'effetto delle fluttuazioni dei tassi di cambio, le vendite sono diminuite del 6,1%. Il margine lordo è diminuito di 340 punti base (hanno pesato gli sconti, la catena di approvvigionamento e l'occupazione. Il mercato, secondo dati Refinitiv, si aspettava un utile per azione di 0,79 dollari su ricavi per 2,07 miliardi di dollari.

"Nonostante un contesto macroeconomico sempre più difficile, abbiamo realizzato un trimestre solido contro lo stimolo fiscale favorevole e il contesto promozionale dello scorso anno - ha affermato il CEO Richard Johnson - Guidati dalla forte esecuzione da parte del nostro team e dai continui progressi rispetto ai nostri obiettivi chiave, abbiamo aumentato le nostre vendite del 16,4% rispetto ai livelli del 2019".

Foot Locker si aspetta ora che l'EPS rettificato per l'anno fiscale in corso sia all'estremità inferiore di un intervallo compreso tra 4,25 e 4,45 dollari, mentre in precedenza puntava all'estremità superiore di un intervallo compreso tra 4,25 e 4,60 dollari. Inoltre, prevede un calo delle vendite annuali del 6-7% (da -8% a -9% su base comparabile), rispetto al limite superiore di un precedente intervallo compreso tra -4% e -6% (dal -8% al -10% su base comparabile).

L'ex CEO di Ulta Beauty Mary Dillon sostituirà Richard Johnson come CEO il 1 settembre. Il board ha anche deciso di dividere i ruoli di presidente e CEO e Dona Young, il principale direttore indipendente della società, diventerà presidente non esecutivo, a partire da febbraio.
© RIPRODUZIONE RISERVATA