Fiera Milano pianifica ambiziosi investimenti: funding da BEI e pool banche guidato da Intesa

Venerdì 12 Ottobre 2018
(Teleborsa) - La Fondazione Fiera Milano ottiene un importantissimo finanziamento di 115 milioni di euro per supportare il suo Programma di Investimenti strutturali, previsti dal piano industriale 2018-2020, per il potenziamento della competitività e della sostenibilità del sito fieristico-congressuale milanese.

Le risorse finanziarie saranno fornite dalla BEI (Banca Europea per gli Investimenti) per un importo di 40 milioni e da un pool di banche coordinato da Intesa Sanpaolo, cui prendono parte anche Unicredit e BPM, per un ammontare di 75 milioni di euro.

Secondo il Presidente della Fondazione Fiera Milano, Giovanni Gorno Tempini, il finanziamento alimenterà investimenti finalizzati a "consolidare come polo di eccellenza mondiale i quartieri espositivi gestiti dalla società Fiera Milano". Si tratta - ha aggiunto - del "più importante intervento economico e finanziario successivo alla costruzione del nuovo polo fieristico di Rho inaugurato nel 2005".

Dario Scannapieco, Vicepresidente della BEI, sottolinea invece che "i poli fieristici rappresentano un volano importante per lo sviluppo economico, grazie a effetti diretti e indiretti su una miriade di attività produttive".

Mauro Micillo, Responsabile Corporate e Investment Banking di Intesa Sanpaolo e Amministratore Delegato di Banca IMI, esprimendo la soddisfazione della banca ad aver arrangiato il finanziamento in pool, ha ricordato che la "Fiera rappresenta una delle eccellenze di Milano con ricadute concrete su tutto il tessuto economico del Paese". © RIPRODUZIONE RISERVATA