Faurecia taglia la guidance 2021 su debolezza mercato automotive

Faurecia taglia la guidance 2021 su debolezza mercato automotive
2 Minuti di Lettura
Lunedì 29 Novembre 2021, 08:45

(Teleborsa) - Faurecia, gruppo quotato su Euronext Paris e uno dei maggiori produttori di componentistica per automobili al mondo, ha tagliato la sua guidance per l'anno fiscale 2021. La causa principale è il calo della produzione automobilistica europea (vengono citate le revisioni al ribasso delle stime per il settore rilasciate da IHS Markit), ma anche costi una tantum negli Stati Uniti e i continui stop and go decisi dagli OEM (anche se in graduale attenuazione a partire da novembre, riducono le capacità di flessibilizzazione dei costi, soprattutto per le consegne Just-In-Time).

Ora la società si aspetta vendite comprese tra 15 e 15,5 miliardi di euro (rispetto alla precedente guidance pubblicata il 23 settembre di 15,5 miliardi di euro), un margine operativo di circa il 5,5% delle vendite (vs. margine operativo tra il 6% e il 6,2% delle vendite nelle stime precedenti), un flusso di cassa netto superiore ai 300 milioni di euro e un rapporto indebitamento netto/EBITDA di circa 1,6x a fine anno (vs flusso di cassa netto di circa 500 milioni di euro e rapporto debito netto/EBITDA = 1,5x a fine anno nella precedente guidance).

Faurecia rilascerà una guidance dettagliata per l'anno fiscale 2022 il 21 febbraio 2022, quando annuncerà i suoi risultati per l'interno anno fiscale 2021 e dovrebbe aver completato l'acquisizione di Hella, società tedesca di illuminotecnica in ambito automotive.

(Foto: © Kladej Voravongsuk / 123RF)

© RIPRODUZIONE RISERVATA