Ex Ilva, stop a emendamenti per ripristino scudo penale

Mercoledì 13 Novembre 2019
(Teleborsa) - La commissione Finanze della Camera ha dichiarato inammissibili per "estraneità di materia" gli emendamenti al dl Fiscale che puntavano a reintrodurre lo scudo penale per ArcelorMittal.

Le proposte di modifica presentate da Italia Viva e Forza Italia chiedevano la reintroduzione "dell'esonero da responsabilità penale e amministrativa per le condotte di attuazione del Piano ambientale di Ilva".

Stop anche alle proposte di Fdi (prima firmataria Giorgia Meloni) e della Lega (a firma Riccardo Molinari). C'è tempo per poter fare ricorso e l'esito dovrebbe conoscersi in giornata.

La proposta di modifica a prima firma della deputata Raffaella Paita (Iv), chiede la soppressione dal decreto sulle disposizioni urgenti per l'esercizio di imprese di interesse strategico nazionale in crisi e per lo sviluppo della città e dell'area di Taranto la parte della "responsabilità penale o amministrativa del commissario straordinario e dei soggetti da questo funzionalmente delegati" in materia ambientale e di tutela della salute e dell'incolumità pubblica e di sicurezza sul lavoro. La norma si applica anche alle "condotte poste in essere dal 3 novembre 2019 alla data di scadenza del termine di attuazione del Piano ambientale" fatti salvi "i principi stabiliti dalla giurisprudenza costituzionale in materia di tutela della salute e sicurezza dei lavoratori".

Via anche la proposta di Mariastella Gelmini (Fi) che vuole reintrodurre l'esonero da responsabilità penale e amministrativa per le condotte di attuazione del piano ambientale di Ilva. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

«Eeeee Macarena!»: la foto che mostra quanto è complicato vivere a Roma

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma