Eni sigla accordo con Repubblica Congo per aumento produzione ed export GNL

Eni sigla accordo con Repubblica Congo per aumento produzione ed export GNL
2 Minuti di Lettura
Giovedì 21 Aprile 2022, 14:45
(Teleborsa) - Firmata oggi a Brazzaville una lettera d'intenti per l'aumento della produzione l'export di gas dal Congo all'Italia. L'impegno è stato siglato dal Ministro degli Idrocarburi del Congo Bruno Jean Richard Itoua e dall'Amministratore Delegato di Eni Claudio Descalzi alla presenza del Ministro degli Esteri congolese Jean-Claude Gakosso, del suo omologo Luigi di Maio e del Ministro della Transizione Ecologica Roberto Cingolani. In seguito alla firma si è tenuto un incontro con il Presidente della Repubblica del Congo Denis Sassou Nguesso.

L'accordo prevede l'accelerazione e l'aumento la produzione di gas in Congo, tramite lo sviluppo di un progetto di gas naturale liquefatto (GNL) a partire dal 2023 e capacità a regime di oltre 3 milioni di tonnellate/anno (oltre 4,5 miliardi di metri cubi/anno). L'export di GNL permetterà di valorizzare la produzione di gas eccedente e la domanda interna congolese.

La Repubblica del Congo e Eni hanno anche concordato la definizione di iniziative di decarbonizzazione per la promozione della transizione energetica sostenibile nel Paese, in particolare negli ambiti delle energie rinnovabili, della bioraffinazione, della conservazione e la gestione sostenibile delle foreste, dell'adozione di sistemi di clean cooking, cattura, utilizzo e lo stoccaggio della CO2.

Eni è ad oggi l'unica società impegnata nello sviluppo delle ingenti risorse di gas della Repubblica del Congo e attualmente fornisce gas alla Centrale Elettrica del Congo (CEC), che garantisce il 70% della produzione di energia elettrica del Paese. Eni è presente in Congo da oltre 50 anni.
© RIPRODUZIONE RISERVATA