Effetto Wall Street: crollano le Borse asiatiche

Giovedì 11 Ottobre 2018
(Teleborsa) - Giornata nera per i principali indici dell'Asia/Pacifico che registrano forti perdite. Pesa il tonfo di Wall Street ieri 10 ottobre, penalizzata dall'esplosione dei rendimenti dei Treasury americani. Trump nella notte ha attaccato nuovamente la Federal Reserve, ritenuta responsabile del calo della Borsa di New York e definita "fuori di senno" per voler alzare nuovamente i tassi.

Continuano a zavorrare i mercati anche le persistenti tensioni commerciali fra USA e Cina, che secondo il Fondo Monetario Internazionale potrebbero ancora minare la crescita globale.

Dal fronte macroeconomico, lieve contrazione per i prezzi alla produzione in Giappone.

Perdite di oltre tre punti percentuali per la Borsa giapponese. A Tokyo l'indice Nikkei termina la seduta riportando un calo del 3,89% a 22,590 punti, mentre il paniere Topix è sceso del 3,52%.

Fanno ancora peggio gli indici cinesi con Shanghai che subisce un calo del 4,79%, mentre Shenzhen va a picco perdendo il 5,85%.

Forti ribassi anche per Hong Kong (-3,48%), Seoul (-4,14%) e Taiwan (-6,31%).

Tra le altre piazze asiatiche, perdite più contenute per Kuala Lumpur (-2,03%) e Jakarta (-1,82%). Profondo rosso anche per Singapore (-2,85%) e Bangkok (-3,03%), Sidney (-2,74%) e Mumbai (-2,31%). © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

“Chi era Trilussa?”: cosa rispondono i ragazzi di Trastevere

di Veronica Cursi