EDF ritira guidance sugli utili 2022 dopo misure governo francese

EDF ritira guidance sugli utili 2022 dopo misure governo francese
1 Minuto di Lettura
Venerdì 14 Gennaio 2022, 09:00

(Teleborsa) - Électricité de France (EDF), la maggiore azienda produttrice e distributrice di energia in Francia, ha emesso un profit warning e ritirato la gudiance sugli utili per il 2022 dopo che il governo ha annunciato che l'aumento dei prezzi dell'energia quest'anno sarebbe rimasto limitato al 4% e che il gruppo dovrà vendere più energia nucleare ai rivali. Il ministro dell'Economia francese Bruno Le Maire ha infatti affermato che, per limitare i prezzi dell'energia, l'utility statale aumenterà di 20 terawattora i volumi di energia nucleare che vende ai suoi concorrenti più piccoli e che il prezzo a cui EDF venderà quell'elettricità sarà aumentato a 46,2 euro per megawattora da 42 euro/MWH. L'aumento tariffario di febbraio 2022 sarà limitato al 4% tramite il rinvio di una quota dell'aumento tariffario 2022 al 1° febbraio 2023.

"Le conseguenze finanziarie per il gruppo EDF non possono essere determinate con precisione in questa fase - ha affermato la società in una nota - A scopo illustrativo e sulla base delle informazioni a disposizione del gruppo in questa fase, l'impatto sull'EBITDA 2022 di EDF di queste misure è stimato in circa 8,4 miliardi di euro sulla base dei prezzi di mercato al 31 dicembre 2021 e in circa 7,7 miliardi di euro sulla base sui prezzi di mercato del 12 gennaio 2022".

L'impatto finale sull'EBITDA del gruppo dipenderà dai prezzi di mercato nel periodo di implementazione, viene sottolineato. EDF, quotata su Euronext Paris e a controllo statale, comunicherà aggiornamenti in occasione dei suoi risultati annuali (il 18 febbraio) e nel frattempo ritira la sua guidance sull'indebitamento finanziario netto/EBITDA del 2022.

© RIPRODUZIONE RISERVATA