Pannelli solari, lo sconto arriva con il superbonus: ecco come ottenerli

Pannelli solari, lo sconto arriva con il superbonus: ecco come ottenerli
di R.Ec.
5 Minuti di Lettura
Mercoledì 11 Agosto 2021, 16:23 - Ultimo aggiornamento: 12 Agosto, 00:27

Ecobonus al 50%, al 65% e al 75%, Superbonus 110%. Sono diverse le opzioni, con sconti molto convenienti, per installare i pannelli solari termici e fotovoltaici dentro le proprie case. Gli ultimi provvedimenti del governo Draghi hanno esteso tutte e tre le misure, che permettono quindi ai condomini di avviare l'efficientamento energetico con una spesa ridotta, mentre anche le procedure burocratiche sono state semplificate. L'ultima novità è Cila, la Comunicazione asseverata di inizio attività che, grazie al decreto semplificazioni approvato definitivamente dal Parlamento il 28 luglio scorso, riduce drasticamente gli adempimenti per accedere al superbonus 110%. 

Pannelli solari, come accedere al supebonus 110%

Il Superbonus 110% è un incentivo, creato nel 2020 dal governo giallorosso, che consiste in una detrazione del 110% delle spese sostenute per gli inteventi energetici. Non si può applicare a più di due immobili di proprietà e prevede tre formule diverse: credito d'imposta (detraibile in cinque anni e in cinque quote uguali), sconto in fattura (con il contribuente perde il 10% di differenza, a favore dell'impresa di costruzioni) oppure cessione del credito a un soggetto terzo (come intermediari o banche), ma sempre eseguendo i lavori senza alcun costo. La detrazione riguarda anche le spese accessorie legate agli interventi, come costi di smaltimento e progettazione, parcelle e perizie.  

Cila superbonus 110%, ecco come si compila il modulo unico

Tra i lavori ci deve essere necessariamento almeno uno di questi, detti trainantiisolamento termico delle superfici; interventi sugli immobili unifamiliari o sulle parti comuni degli edifici per sostituire gli impianti di climatizzazione invernale con impianti alternativi per il riscaldamento centralizzati (a condensazione e a pompa di calore), raffrescamento o fornitura di acqua calda sanitaria. Se c'è un lavoro trainante allora si possono installare anche i pannelli solari (intervento detto "trainato"), usufruendo dello sconto sui costi complessivi. 

La platea interessata e i limiti per l'installazione dei pannelli

Per usufruire del superbonus è necessario che: si garantisca un miglioramento di almeno due classi energetiche e, se non è possibile, della sola più alta alta raggiungibile (con l'apposito Attestato di prestazione energetica rilasciato da un tecnico abilitato). 

I beneficiari possono essere: condomini e persone fisiche (in prime e seconde case); onlus, organizzazioni di volontariato e del terzo settore; istituti autonomi case popolari (Iacp); società sportive dilettantistiche (per lavori negli spogliatoi); cooperative edilizie di abitazione. Sono invece escluse case e ville di lusso (che rientrano nelle categorie catastali  A1, A8 e A9). 

Superbonus 110%, requisiti, limiti, scadenze e polizze: la guida completa per proprietari e professionisti

Per l’installazione di impianti termici e fotovoltaici il massimo sgravio è di 48mila euro per unità immobiliare, con limite di spesa di 2.400 euro per kW ora (ma scende a 1.600 se ci sono demolizioni, ricostruzioni o nuove costruzioni). Al momento possono beneficiare dello sgravio tutti quelli che eseguono i lavori fino al 31 dicembre 2022 (se entro il 30 giugno 2022 sia stato fatto il 60% dell’intervento complessivo). Per condomini e case popolari, invece, la scadenza è il 31 dicembre 2023. Unica condizione prevista è ancora una volta che al 30 giugno 2023 i lavori abbiano raggiunto il 60%.

L'ecobonus al 50%, al 65% e al 75%

L'ecobonus è sempre una detrazione fiscale, per lavori finalizzati al miglioramento energetico della casa e creato prima del Superbonus 110%, ma ancora in vigore. Lo sconto, che interviene quando non ci sono i lavori trainanti prima elencati, parte dal 50% e arriva fino al 75%. Vi rientrano ovviamente anche i pannelli termici e fotovoltaici.

Bonus casa e mobili, rischio sospensione a fine anno: i requisiti per ottenerli

Per l'ecobonus 50% il massimo sgravio per l'installazione di schermature solari è 60mila euro, mentre quello al 65% (che riguarda i soli collettori solari termici), lo sconto più alto è di 100mila euro. Se poi in un condominio si fanno interventi su parti comuni che interessano l’involucro dell’edificio con incidenza superiore al 25% della superficie disperdente (e risparmio energetico), l'installazione di pannelli può portare alla detrazione del 75% (con tetto massimo di spesa fissato a 40mila euro).

Possono chiedere il bonus: i contribuenti che hanno reddito d’impresa (persone fisiche, società di persone, società di capitali), le associazioni di professionisti; gli enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale; le persone fisiche (ovvero: titolari di un diritto reale sull’immobile, condomini per gli interventi sulle parti comuni, inquilini, coloro che possiedono un immobile in comodato, familiari o conviventi che sostengono le spese).

Come ottenere l'ecobonus

Le spese detraibili con l’ecobonus vanno pagate tramite bonifico bancario o postale per i contribuenti non titolari di reddito d’impresa. Per gli altri è importante è conservare la documentazione per la prova delle spese. Altrimenti, se non si ricorre all’uso diretto della detrazione fiscale, si può optare come per il Superbonus 110% per la cessione del credito d'imposta o lo sconto in fattura.

(R.Ec.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA