Easyjet: trimestre positivo, conta di ridurre la perdita del fatturato in sei mesi

Martedì 21 Gennaio 2020
Trimestre in crescita per Easyjet, grazie a un aumento dei passeggeri. La low cost britannica ha registrato un fatturato in aumento del del 9,9% su anno a 1,42 miliardi di sterline (1,67 miliardi di euro). Grazie a questo risultato la compagnia aerea conta di ridurre la perdita nel primo semestre e sul totale dell'esercizio, che si chiude a settembre, prevede un risultato «almeno in equilibrio». 

La perdita ante-imposte del primo semestre dovrebbe risultare minore del 2019 (272 milioni di sterline). In termini di puntualità, EasyJet riporta di aver annullato 1.274 voli, di cui 813 a causa degli scioperi in Francia. Il gruppo ha ribadito di proseguire nell'impegno di ridurre l'impronta di carbonio e di mettere a punto nuove tecnologie, come gli aerei ibridi ed elettrici. È stato confermato, inoltre, l'arrivo dell'ex-Ryanair Peter Bellew come direttore operativo. 

«Sono lieto che abbiamo iniziato l'anno con un forte slancio positivo. Il miglioramento delle nostre entrate per posto è stato guidato dalle nostre iniziative di entrate di auto-aiuto combinate con una forte domanda dei clienti e un mercato di crescita della capacità inferiore», ha commentato Johan Lundgren, amministratore delegato di Easyjet. 

La compagnia britanicca ha presentato, inoltre, Malpensa il nuovo A321neo per festeggiare i 20 milioni di passeggeri raggiunti nel 2019, contro i 18,5 milioni dell'anno precedente. «Siamo
il terzo vettore in Italia - commenta il country manager Lorenzo Lagorio - e vogliamo continuare a crescere» puntando al sorpasso su Alitalia con i suoi 21 milioni. «Milano e l'Italia sono per noi centrali - aggiunge il manager - e a Linate ogni slot che si libera ci interessa e sapremmo come utilizzarlo al meglio». © RIPRODUZIONE RISERVATA