Leonardo, con Telespazio sperimenta l'uso dei droni per l'ospedale Bambino Gesù

Giovedì 22 Ottobre 2020

Trasporto di materiali sanitari con i droni. Questo l'oggetto della sperimentazione, appena conclusa con successo, progettata e realizzata da Leonardo, Telespazio (joint venture tra Leonardo 67% e Thales 33%) e Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, in collaborazione con l'Enac (Ente Nazionale Aviazione Civile).

«La dimostrazione di oggi è un esempio tangibile di come le tecnologie possano aiutare i cittadini, curando meglio le persone e contribuendo a una maggiore efficacia del sistema salute, con benefici in termini di sicurezza, velocità e costi», commenta l'amministratore deelgato di Leonardo, Alessandro Profumo: «Abbiamo numerose sfide davanti, una di queste è di rendere più efficienti alcuni processi in un mondo che sta cambiando, con mezzi diversi e rivoluzionari come i droni. Partendo dalle competenze e dalle tecnologie che ci contraddistinguono e attraverso partnership allargate e lungimiranti, Leonardo - sottolinea Profumo - è pronta a sostenere il Paese nello sviluppo di nuovi servizi, innovativi, sicuri e sostenibili».

Si tratta - spiega l'azienda - di una delle prime dimostrazioni in Italia di consegna di campioni biologici e generi biomedicali, su tratte non facilmente raggiungibili per viabilità ordinaria, con l'ausilio di droni a decollo verticale dotati di propulsione elettrica e pertanto a bassissimo impatto ecologico e acustico. Le prove si sono svolte tra il 19 e il 22 ottobre. Il drone ha trasportato materiale sanitario volando vicino a Roma tra due siti dell'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù distanti oltre 32 km: dal centro di prelievo di S. Marinella a quello di analisi di Palidoro e viceversa, utilizzando una modalità di controllo automatico oltre il campo visivo dell'operatore (Bvlos - Beyond Visual Line of Sight).

 

Ultimo aggiornamento: 21:24 © RIPRODUZIONE RISERVATA