Ilo: salari al palo dal 2008 e le donne guadagnano di meno

Lunedì 26 Novembre 2018
A livello globale gli stipendi non crescono, anzi diminuiscono e le donne guadagnano meno degli uomini. È quanto emerge dal Rapporto sugli stipendi del mondo reso noto dall'Organizzazione internazionale del lavoro (Ilo). Nello scorso anno la crescita dei salari globali è scesa al livello più basso dal 2008, ben al di sotto dei livelli prevalenti prima della crisi finanziaria globale. In termini reali (corretti dall'inflazione) la crescita dei salari globali è quindi rallentata dal 2,4 % del 2016 all'1,8% nel 2017. Più precisamente nei paesi industrializzati del G20 la crescita dei salari reali è diminuita passando dall'1,7 % del 2015 a 0,9% nel 2016 e allo 0,4% nel 2017. Nei paesi in via di sviluppo ed emergenti del G20, invece, la crescita si è situata tra il 4,9% del 2016 e il 4,3% del 2017. 

ll rapporto si sofferma inoltre sul divario tra gli stipendi tra uomini e donne. A livello globale le donne continuano a
essere pagate il 20% in meno rispetto agli uomini. Nei Paesi ad alto reddito il divario è maggiore nella parte superiore della scala salariale, mentre nei paesi a basso e medio reddito il divario è più ampio tra i lavoratori meno pagati. Il rapporto mostra che l'istruzione non è, nella maggior parte dei paesi, il problema principale: «In molti paesi, le donne sono più istruite degli uomini, ma hanno salari più bassi, anche quando lavorano nelle categorie professionali», ha sottolineato Rosalia Vazquez-Alvarez, esperta dell'Ilo. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

In ospedale c'è posto per Fido

di Marco Pasqua

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma